Davanti a una cornice di pubblico di 75.000 spettatori, l’Inter era chiamata a dare seguito al buon momento. L’avversario era la Salernitana di Nicola, reduce da una vittoria contro il Verona. La gara è stata condotta e vinta dai nerazzurri nel segno di Nicolò Barella.

Il primo tempo è stato decisamente appannaggio degli uomini di Simone Inzaghi. Nicolò Barella è stato spesso nel vivo delle azioni e Lautaro si è fatto trovare presente. Il gol è assolutamente di pregevole fattura. Il Toro ha caricato il destro in una frazione di secondo e ha battuto Sepe. Barella ha poi provato a concedere il bis, ma Dzeko si è fatto ribattere la conclusione da Gyomber.

La Salernitana è apparsa in balia dei padroni di casa. Tutt’altra gara rispetto a quella di Torino contro la Juve. I ragazzi di Davide Nicola avevano impressionato nel primo tempo per poi calare nella ripresa, riuscendo comunque a pareggiare.

L’Inter è apparsa convinta e in palla. Situazione sintomatica di una condizione in crescendo, non solo a livello fisico ma anche psicologico. Nella prima frazione di gioco gli ospiti hanno creato poco, sebbene si siano resi pericolosi in un paio di occasioni verso la porta difesa da André Onana. Ad avere tenuto il controllo totale del gioco è stata costantemente l’Inter.

La ripresa è iniziata sulla falsariga del primo tempo. Inter che ha tenuto palla, sebbene gli ospiti abbiano provato a fare di più. La prima occasione nerazzurra si è materializzata con un colpo di testa di Lautaro, finito fuori di pochissimo. Subito dopo è arrivata la risposta della Salernitana. Dia, mal marcato, ma deviato di testa, chiamando Onana a una bella risposta in tuffo.

Poco prima dello scoccare dell’ora di gioco è arrivato il raddoppio nerazzurro. Notevolissimo il lancio di Calhanoglu, splendido il controllo di destra di Barella, che ha poi concluso di sinistro. Comica l’istantanea sulla tribuna nerazzurra nel momento del gol. Zanetti che esulta, Zhang jr. con espressione impassibile e Marotta che sembra dormiente.

I ritmi si sono poi abbassati e la Salernitana ha accusato il colpo. Il gol di Barella ha ammazzato la partita e le velleità della Salernitana. Gara che non ha avuto più nulla da dire. Nessun sussulto, ad esclusione di un colpo di testa di Correa nel recupero. Inter che incamera nuovamente 3 punti e si prepara ad entrare in zona Champions. Salernitana che si è ritrovata contro uno scoglio proibitivo.