La Lazio ha pareggiato 2-2 contro lo Strum Graz, match valido per la quarta giornata di Europa League. Nei primi minuti della sfida di Europa League, la squadra biancoceleste ha tenuto a bada gli attacchi dello Strum Graz. Emegha è stato l’uomo più pericoloso della squadra austriaca, ma la difesa della Lazio ha chiuso ogni varco. Per quanto riguarda la pressione del club allenato da Sarri, l’unico degno di nota è stato Zaccagni, ma spesso e volentieri ha sbagliato le giuste coordinazioni e il portiere dello Strum Graz non è stato impegnato sul serio. Al minuto 29 si è accesa la sfida con la doppia occasione della Lazio: prima Pedro ha provato a scardinare il fortino degli ospiti ma Siebenhandl ha respinto bene, per poi Basic ha mandato il pallone fuori di un soffio.

Foto Twitter account Strum Graz

Verso la fine del primo tempo è successo di tutto: prima calcio di rigore per la Lazio a causa di un fallo di Affengruber su Zaccagni. A battere il penalty è stato Immobile che ha realizzato la rete dell’1-0. Il bomber ha staccato Simone Inzaghi nella classifica marcatori della Lazio nelle coppe europee andando a segno per 21 volte. Ma al minuto 47 Stankovic e Lazzari sono andati a contatto e l’arbitro ha ammonito entrambi: per il biancoceleste si è trattata della seconda ammonizione e di conseguenza espulsione per il laterale italiano.

Foto Twitter account Lazio

Durante l’intervallo sia gli allenatori hanno effettuato delle modifiche: Sarri ha messo Marusic per Zaccagni, mentre Ilzer ha inserito Boving per Emegha e Horvat per Kiteishvili. Ed è proprio l’attaccante classe 2003 ha realizzato l’1-1 a causa di uno svarione di Cataldi. Il danese è stato servito da Prass e con un diagonale ha battuto Provedel. Il tecnico biancoceleste per provare a mettere pressione alla difesa austriaca ha scelto di cambiare il modulo di gioco inserendo Milinkovic-Savic, Vecino e Felipe Anderson per Basic, Luis Alberto e Cataldi. Ma è ancora Boving ha mettere pressione alla difesa della Lazio, ma questa volta Provedel ha parato sicuro a terra.

Foto Twitter account Lazio

Al minuto 71 si è riaccesa l’eleganza di Pedro: lo spagnolo ha dialogato con Felipe Anderson e ha battuto Siebenhandl per il 2-1. Ma il nuovo vantaggio della Lazio è durato una decina di minuti a causa della seconda rete di Boving. L’attaccante è entrato in area dal vertice destro e ha calciato a botta sicura con Provedel immobile. 2-2 e tutto da rifare per la Lazio. Prima del gol austriaco sono entrati Cancellieri al posto di uno stanco Immobile, Ljubic, Sarkaria e Hierlander per Stankovic, Ajeti e Jantscher. Ed è finita 2-2 la sfida tra la Lazio e lo Strum Graz. Risultato che ha visto meno coinvolta la squadra di Sarri rispetto a quella austriaca e col dubbio espulsione di Lazzari. Un pari però che non complica la situazione visto che anche il Feyenoord e il Midtjylland ha pareggiato 2-2.