• Tempo di lettura:3Minuti

Questa sera alle ore 18 al Meazza va in scena il big match Milan-Juventus, anticipo della 9ª giornata di Serie A. 

Entrambe vengono da una vittoria in campionato, rispettivamente contro Empoli(3-1) e Bologna(3-0) anche se il cammino delle due squadre è ben diverso. I rossoneri hanno fatto molto bene in questo avvio di campionato e sono quinti in classifica con 17 punti mentre i bianconeri, dopo un avvio faticoso si trovano in 7ª posizione con 13 punti. 

L’obiettivo è vincere per entrambi i club, soprattutto per la Juve che deve rilanciarsi in classifica, e farlo nonostante le diverse assenze importanti. I precedenti ci dicono che Milan e Juve si sono incrociati 174 volte con 67 successi bianconeri e 51 rossoneri per il massimo campionato di Serie A. 

Ma vediamo nel dettaglio le scelte dei due allenatori.

MILAN, PIOLI RITROVA THEO HERNANDEZ

Ci sono delle partite nella stagione che pesano più dei 3 punti e quella di domani ha un peso specifico importante. Per il valore degli avversari, perché la Juve vuole vincere lo scudetto e anche noi”.

Con queste parole Stefano Pioli ha presentato ieri in conferenza stampa quella che sarà la caratura del match di stasera. Pioli deve fare i conti con un Milan rimaneggiato visti i vari infortunati ma può contare su Theo Hernandez che torna titolare dal 1’ al posto di Ballo-Tourè. Per il suo 4-2-3-1 spazio a Tatarusanu tra i pali al posto di Maignan. Out anche Calabria che sarà sostituito da Kalulu. A centrocampo chance per Gabbia al fianco di Tomori. In mediana ritroviamo Tonali e Bennacer con Krunic, Brahim Diaz e Leao alle spalle dell’unica punta Giroud. 

4-2-3-1: Tatarusanu; Kalulu, Gabbia, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Bennacer; Krunic, Brahim Diaz, Leao; Giroud.

JUVENTUS, TORNA LA COPPIA MILIK-VLAHOVIC 

Sfida importantissima per la Juventus di Massimiliano Allegri che ormai ha un suo imperativo “vincere” per restare agganciata alla parte alta della classifica. Ieri il tecnico bianconero nella consueta conferenza stampa pre partita ha ammesso gli errori compiuti dai suoi in partite come Monza e Salernitana e, sulla partita di stasera, ha detto: 

La squadra farà sicuramente una grande partita, è poco ma sicuro. Sappiamo le difficoltà della partita, è campione d’Italia, ha grande tecnica, è sempre Milan-Juve ed è bella da giocare. Loro comunque hanno una squadra forte, con giocatori tecnici, di grande velocità. Hanno Leao che può spostare gli equilibri, giocano davanti ai propri tifosi, San Siro quando è pieno spinge. Serve personalità, lucidità. Sarà un buon test”.

E a proposito di test la Juve si trova ad affrontare il Milan senza il suo uomo partita Champions, Angel Di Maria, ancora squalificato. Un’assenza pesante in grado di spostare gli equilibri che, Allegri, cerca di recuperare tornando al tandem offensivo Milik-Vlahovic con il polacco non al meglio della sua condizione.

Ritorno quindi al 4-4-2 con Szczesny tra i pali difeso da Danilo, Bonucci, Bremer, Alex Sandro, assente De Sciglio infortunato. Kostic e Cuadrado esterni con Locatelli e Rabiot, reduce da un’ottima prestazione contro il Maccabi, interni. 

4-4-2: Szczesny; Danilo, Bremer, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado, Locatelli, Rabiot, Kostic; Vlahovic, Milik.

La partita sarà trasmessa in esclusiva sulla piattaforma Dazn a partire dalle ore 18.

ArbitroOrsato di Schio. 

Assistenti: Carbone-Giallatini. 

Quarto uomo: Fabbri. 

VarChiffi

Ass. Var: Marini.

Seguici su Instagram.