Vincere è l’imperativo categorico per la Fiorentina. La squadra di Vincenzo Italiano è chiamata alla trasferta scozzese in casa degli Hearts per cercare la prima vittoria del Girone A di Conference League, che darebbe una boccata d’ossigeno in ottica qualificazione. Al momento i viola sono ultimi con 1 punto al pari del Riga, che per differenza reti è terzo. Un andamento che conferma un inizio complicato di stagione per una squadra ancora poco abituata a giocare ogni tre giorni. Italiano è chiamato a dare una scossa, specie nel suo reparto avanzato (vero Jovic?) che quest’anno sta deludendo. In caso di sconfitta, la qualificazione sarebbe un Everest da scalare, dunque la Fiorentina si prepara alla prova del nove. Fischio d’inizio ore 21.

PROBABILI HEARTS

Il tecnico Nielson conferma il solito 4-4-1-1 visto in campionato contro i Rangers. In campo vanno i migliori 11, con l’eccezione di Snodgrasws al posto di Humphrys. In porta spazio a Gordon, davanti a lui la linea a 4 composta da Smith, Neilson, Kingsley e Cochrane. A centrocampo ci saranno Snodgrasws, Kiomourtzoglou, Devlin e Forrest, con McKay che supporterà le spalle di Shankland in attacco.

HEARTS (4-4-1-1): Gordon; M. Smith, L. Neilson, Kingsley, Cochrane; Snodgrasws, Kiomourtzoglou, Devlin, Forrest; McKay; Shankland. Allenatore: Neilson.

PROBABILI FIORENTINA

Per Italiano le fondamenta sono basate sul classico 4-3-3. In porta c’è Terracciano, con Martinez Quarta che tornerà alle origini facendo il terzino destro. Milenkovic rientra dall’infortunio e dividerà il reparto centrale con Igor. Biraghi confermato a sinistra. Lato centrocampo, Barak non è stato convocato, giocheranno Bonaventura, Amrabat e Duncan. In attacco torna Jovic dal 1′, fiancheggiato da Nico Gonzalez e Kouamé. Ikoné è squalificato.

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Martinez Quarta, Milenkovic, Igor, Biraghi; Bonaventura, Amrabat, Duncan; Kouamé, Jovic, Gonzalez. Allenatore: Italiano.

Seguici anche su News e ultime notizie oggi da Italia e Mondo – Per Sempre News