• Tempo di lettura:2Minuti

La Reggina sta giocando bene ed è meritatamente in testa al campionato di Serie B insieme al Brescia. Gli amaranto dopo un inizio d’estate turbolento a causa delle vicende extra calcistiche che ha coinvolto l’ex Presidente Luca Gallo, sono riusciti a risollevarsi, prelevare dal mercato i migliori giocatori. Inoltre la spinta propositiva di Filippo Inzaghi ha smosso le acque nel momento giusto portando la Reggina a livelli molto alti.

Ad analizzare le prime partite e il momento della Reggina è stato il presidente Cardona, come ha riportato La Gazzetta del Sud: “La società in realtà confidava che la squadra, dopo le scelte fatte, giocasse bene. Sì, erano proprio queste le nostre aspettative. Lo abbiamo dichiarato appena insediati in tempi difficili, complicati. Dopo qualche settimana abbiamo puntato a far sì che la squadra fosse costruita per giocare così. Questo era, è e sarà l’obiettivo per questo campionato, in cui dopo la 31a giornata, il primo di aprile, guarderemo dove siamo e chi siamo e faremo le relative considerazioni. Non succederà prima, come società”.

Il presidente della Reggina ha poi parlato dei tifosi che ogni settimana sia in casa che in trasferta seguono la squadra con grande sostegno: “Noi siamo consapevoli che con il nostro tecnico è stata composta una squadra per uno scopo fondamentale: distinguersi. E far sì che i nostri amatissimi tifosi tutti, quelli delle curve, della gradinata e della tribuna, entrino allo stadio con spensieratezza essendo convinti che la Reggina giocherà bene”.

Infine Cardona ha svelato quali saranno le pretendenti per la lotta alla promozione in Serie A: “Occorre adesso continuare su questa falsariga sapendo che nel campionato militano antagonisti validi quali Genoa, Frosinone, Cagliari, Brescia e altre ugualmente pericolose”.

Seguici anche su Instagram!