• Tempo di lettura:2Minuti

Il Bologna in questa stagione non sta dimostrando il suo valore e anzi ha peggiorato le prestazioni rispetto allo scorso anno. Una situazione che ha costretto la dirigenza a esonerare Sinisa Mihajlovic e assumere l’ex tecnico dello Spezia Thiago Motta. Dopo la vittoria contro la Fiorentina, il Bologna ha nuovamente perso contro l’Empoli. La classifica in questo momento è precaria visto che nelle 7 partite disputate ha realizzato 6 punti (1 vittoria e 3 pareggi).

mihajlovic bologna
Pagina Facebook “FanPage.it”

Il direttore sportivo del Bologna, Marco Di Vaio, al Corriere dello Sport, come ha riportato Tutto Bologna Web, ha parlato dell’esonero di Mihajlovic: “L’esonero di Mihajlovic era inevitabile, perché via via che passavano le partite più le nostre preoccupazioni crescevano – le sue parole – Ci siamo dati tanto noi e Sinisa, ma quello era un atto da fare per il bene del club e della squadra. Aspettare due partite? Quando hai preso una decisione e non hai più sensazioni positive, perché devi aspettare magari una sconfitta per separarti? “E’ stata una sorpresa, non me lo aspettavo.” 

“Con Sinisa ho avuto un rapporto di grande amicizia, penso di essergli stato sempre vicino. Abbiamo pianto insieme quando ha appreso della malattia e questo ci ha unito molto. Sartori? E’ arrivato da poco, è un altro discorso. Sinisa non ha ringraziato chi sotto l’aspetto tecnico lo ha giudicato, anche in questo caso è stato molto coerente. Per certi versi è come se avesse esonerato noi”.

Il direttore sportivo ha spiegato i motivi della scelta di Thiago Motta: “C’era la volontà di costruire un progetto con un allenatore giovane, quella di Thiago è stata una scelta tecnica. Siamo certi che diventerà per il Bologna l’allenatore della svolta. E’ un grandissimo lavoratore, arriva alle 7 e 30 del mattino e se ne va alle 19 di sera. E’ chiaro che dovremo dargli il tempo per far crescere questa squadra, come è chiaro che con il suo pragmatismo e realismo dovranno arrivare i risultati”.

Seguici anche su Instagram!