• Tempo di lettura:2Minuti

Prosegue la presa di posizione da parte del Presidente del Paris Saint Germain Al Khelaifi sul tema della Superlega. La squadra francese si è messa di traverso al progetto che ha visto la collaborazione di Real Madrid e di Juventus (su tutte). La “rivoluzione” che molti club europei per favorire la nascita di questa competizione si è fermata e la UEFA ha ripreso il suo potere all’interno della fase decisionale. 

Al Khelaifi, come ha riportato il Corriere dello Sport, ha rimarcato questa decisione da parte del Paris Saint Germain: “Sono davvero fiducioso che nessuno permetterà che nasca il progetto Superlega. Dobbiamo pensare a tutti, non solo a noi stessi. La Superlega riguardava solo chi vi partecipava e non mi sarei mai unito a un progetto del genere”.

Il numero uno del club francese ha poi elogiato il nuovo format della Champions League: “Il futuro format della Champions League, grazie all’importante aumento di introiti, dimostra già che si può crescere comunque, sviluppandosi con il coinvolgimento di tutti i club, dai più piccoli ai più grandi, rispettando tifosi e media. E non solo favorendo due o tre club”.

Infine Al Khelaifi, ha precisato inoltre che il Paris Saint Germain non ha alcun debito: “Al Psg non abbiamo debiti, anche se abbiamo avuto difficoltà indotte dalla pandemia, ma vogliamo continuare a crescere, per aumentare il nostro potenziale su scala internazionale. Quello che certi grandi club non vorrebbero accadesse, perché non vogliono affrontare la competizione”.