• Tempo di lettura:2Minuti

Non ha usato giri di parole Leo Messi riguardo a Mbappé, intervistato da TUND USA nella sede del ritiro dell’Argentina dove la sua Nazionale si sta preparando alla gara di preparazione al Mondiale contro la Giamaica. La “Pulce” ha sotterrato l’Honduras con una doppietta (altro gol di Lautaro) ed ha fatto vedere ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, chi sarà il faro dell’Albiceleste ai Mondiali in Qatar.

L’iconico numero 10 ex Barça, in odore di ritorno in blaugrana alla scadenza del suo contratto, in questo momento è focalizzato sulla sua attuale realtà, il Paris St. Germain dove la luce della ribalta è divisa con Neymar e Mbappé. Un attacco atomico che Messi ha descritto così:

“Io e Neymar ci conosciamo a memoria, ci siamo divertiti molto a Barcellona: mi sarebbe piaciuto godermi più partite con lui in Spagna, ma la vita ci ha fatti rincontrare a Parigi.

messi neymar
Messi e Neymar ai tempi del Barcellona, si sono ritrovati a Parigi

A ricevere l’endorsement più prestigioso da Messi è tuttavia l’altra punta del tridente offensivo parigino, Kylian Mbappé. Un giocatore assurto ormai a superstar mondiale e che ha deciso di legarsi alla squadra della capitale francese ancora per molto tempo. La Pulce non ha dubbi sul suo valore:

Kylian è un giocatore diverso: è una bestia, molto forte nell’uno contro uno e velocissimo. È un giocatore completo, lo sta dimostrando da anni ed è sicuramente uno dei migliori

La motivazione del PSG è quella di portare a casa la Champions League e Messi sa che senza la giusta alchimia tra i tre tenori l’impresa, data la cifra tecnica delle avversarie, diventa difficile. L’argentino, dopo un anno passato in sordina, ha deciso di accelerare per dimostrare il suo valore, motivato anche dalla voglia di vincere il Mondiale e fare la storia del suo paese. Un’impresa che, nonostante la giovane età, è già riuscita a Mbappé che, nel 2018, è stato grande protagonista nella vittoria della seconda Coppa del Mondo da parte della Francia.

Seguici anche su Instagram!