• Tempo di lettura:2Minuti

A distanza di giorni non è ancora stato raggiunto l’accordo tra Adrien Rabiot e il Manchester United. 

Il motivo principale è legato al braccio di ferro continuo tra i dirigenti del club inglese e l’entourage del francese. Nella giornata di ieri infatti i Red Devils hanno incontrato l’agente nonché mamma di Rabiot, Veronique, dopo essersi lasciati venerdì su posizioni distanti ma possibili. 

La trattativa ha invece subito una brusca frenata data dalla richiesta eccessiva, da extra-top player, formulata dalla mamma del centrocampista: circa 10 milioni di euro più un bonus alla firma. Il Manchester puntava invece ad un base di 6,5 mln netti a stagione per arrivare al massimo a 8 bonus compresi. 

Nessuna delle due parti sembra disponibile a un ulteriore passo di avvicinamento e, stando alla stampa britannica, lo United che ha bisogno di un rinforzo a centrocampo avrebbe rivolto la sua attenzione su Casemiro.

I tifosi bianconeri sono furiosi con la mamma-agente del francese che nell’ambiente è conosciuta per essere un vero osso duro, tanto da chiamarla “squalo”, perché sanno che senza la partenza di giocatori come Rabiot la Juve può fare poco sul mercato.

LA NON PARTENZA DI RABIOT BLOCCA DAVVERO L’ARRIVO DI PAREDES?

Quello che spaventa di più dirigenza e tifosi bianconeri è che il Manchester, stanco di questo continuo braccio di ferro con l’agente di Rabiot, molli il colpo. Se così fosse il francese resterebbe alla Juventus per la sua ultima stagione prima della scadenza del contratto e lo farebbe ah margini di un progetto che, ormai, non gli appartiene. 

Cosa ancora più preoccupante è che la sua permanenza in rosa potrebbe rallentare la trattativa di uno degli obiettivi dichiarati, e fortemente voluti, da Massimiliano Allegri ossia Leandro Paredes. 

La dirigenza bianconera, che ha l’accordo con lo United per una cessione di Rabiot attorno ai 17-18 milioni, può concretizzare la trattativa con il Psg per l’arrivo dell’argentino (richiesta di 20 milioni) solo dopo la cessione del francese o in alternativa di Arthur, su cui però al momento non ci sono piste calde dopo lo stop del Valencia. Il Psg però sembra aver aperto alla possibilità di un prestito con diritto di riscatto, formula gradita ai bianconeri. Se così fosse infatti la Juve non sarebbe obbligata a fare cassa per poter arrivare all’argentino.

Seguici su Instagram.