• Tempo di lettura:2Minuti

Il Napoli è stata una delusione (fino ad oggi) sul mercato estivo, andando a perdere pezzi importanti come Insigne, Mertens e soprattutto Koulibaly. Il Presidente Aurelio De Laurentiis ha però promesso al tecnico Luciano Spalletti qualche innesto da qua alla fine del calciomercato e qualcosa nelle ultime ore si è mosso.

Spalletti pronto ad abbracciare Raspadori

Il primo nome da chiudere per il DS Cristiano Giuntoli è senza dubbio quello di Giacomo Raspadori, attaccante del Sassuolo. Il Napoli avrebbe alzato ancora di più l’offerta per il giovane attaccante, arrivando ad offrire tra i 28 milioni di euro. Possibile che la prossima settimana arrivi la definitiva fumata bianca per mettere al centro del progetto azzurro il promettente classe 2000.

Simeone il colpo in attacco

Il secondo colpo in attacco del Napoli è rappresentato con l’arrivo sotto l’ombra del Vesuvio di Giovanni Simeone. L’ormai ex attaccante dell’Hellas Verona ha effettuato le visite mediche a Villa Stuart ed è pronto ad essere ufficializzato. Giuntoli ha chiuso per il “Cholito” argentino per una cifra che si aggira intorno ai 15 milioni di euro, tra prestito oneroso fissato a 3 e il diritto di riscatto pronto a diventare obbligo a determinate condizioni legate a rendimento e obiettivi raggiunti con la maglia azzurra.

In mediana assalto a Ndombele

Per sostituire il possibile partente Fabian Ruiz, il Napoli si è buttata per chiudere in maniera veloce la trattativa che porta a Tangury Ndombele del Tottenham. Nelle ultime ore c’è stata un’accelerata del club azzurro che ha incontrato gli agenti del classe 1996 fuori dal progetto di Conte a Londra. Il problema riguarda l’ingaggio del calciatore, che percepisce 8 milioni di euro netti a stagione.

Dopo Simeone, il Napoli proverà a chiudere per Ndombele e Raspadori e consegnare a Spalletti una formazione forte in vista della complicata stagione che andrà ad affrontare.

Seguici anche su Instagram!