La dirigenza del Cagliari sta proseguendo la costruzione dello stadio. La squadra sarda giocherà in Serie B questa stagione a causa della retrocessione ottenuta nell’annata passata, ma il progetto della nuova struttura procede ancora. La capacità dello stadio dovrebbe raggiungere le 25.200 unità e potrebbe essere modulato fino a 30.000 posti. La novità sarà quella che l’impianto potrebbe avere la licenza UEFA per le competizioni internazionali. Sul Corriere dello Sport, ma come ha riportato CagliariNews24 il consigliare d’amministrazione del Cagliari Stefano Signorelli, ha analizzato la questione stadio: “voglio premettere che abbiamo sempre condiviso ogni fase progettuale con il Comune perché la nostra idea è sempre stata quella di presentare un prodotto autorizzabile. Avevamo agito così anche in passato per la realizzazione della attuale Unipol Domus, un’operazione incredibile grazie alla collaborazione di tutti. In parallelo, verrà avviata la Conferenza di Servizi che porterà alla dichiarazione di pubblica utilità e sarà necessario un ulteriore passaggio in Consiglio Comunale in quanto abbiamo chiesto un’integrazione del contributo pubblico per rendere sostenibile il piano economico dell’opera. Questa fase dovrà chiudersi entro sei mesi quindi diciamo per gennaio 2023. Ora siamo nelle mani della pubblica amministrazione”.

cagliari inter gruppo esultanza
Foto profilo ufficiale Twitter Inter FC

Il consigliare d’amministrazione ha annunciato la data di inizio e di chiusura del nuovo stadio: “nell’estate 2023 previsto il via ai lavori. Struttura pronta in 25 mesi ci sarà il bando internazionale da novanta giorni quindi intorno a fine aprile, se dovessimo vincere noi la gara, potremmo avere in mano l’autorizzazione per iniziare i lavori. Calendario alla mano, al termine della prossima stagione, tra maggio e giugno 2023, se tutto filasse liscio, potremmo iniziare con la prima fase che prevede la demolizione del Sant’Elia per poi iniziare la costruzione del nuovo impianto. A quel punto ci vorranno circa 25 mesi di lavori per avere lo stadio pronto”.