• Tempo di lettura:2Minuti

Arriva a Firenze Luka Jovic, attaccante ex Real Madrid, con un contratto fino al 2024. L’analisi del nuovo acquisto.

Il giocatore– 24 anni – 25 questo dicembre – e una carriera da rilanciare. Luka Jovic aveva visto nel passaggio al Real Madrid l’opportunità più grande della sua carriera. Ma niente da fare, di fronte a lui si è trovato un attaccante, una leggenda dei Blancos, difficile da rimuovere dall’11 titolare: Karim Benzema. Una discesa iniziata con la stagione ’18-’19: Luka ha soltanto 21 anni ma con l’Eintracht Francoforte segna 27 gol in 48 partite tra Bundesliga e Europa League (10 qui le reti, dietro solo a Giroud); l’acquisto del Real Madrid per 63 milioni di euro appare come una svolta, ma Jovic non si schioda dalla panchina.

Rilancio– In un anno il suo valore di mercato passa da 60 milioni a 32. L’anno scorso era tornato in Bundes, ancora all’Eintracht, ma non è riuscito a brillare. E ora ci riprova ancora, questa volta in Italia. La Fiorentina si è assicurata un attaccante ancora giovane, con la fame e la grinta di riconquistare l’interesse internazionale. Inoltre, con Piatek tornato a Berlino, causa la stagione deludente, Italiano si è accaparrato un attaccante più giovane e dalle caratteristiche fisiche simili.

La formula– C’è però qualcosa di strano e innovativo nella formula scelta dal Real e dalla Fiorentina per il passaggio di Jovic. Premessa: Florentino Perez voleva letteralmente sbarazzarsi del serbo per via del peso sul monte ingaggi. Simile al “player option” della NBA, il Real si riserva il 50% della rivendita del giocatore fino al 2024. Se Jovic dovesse essere venduto dopo il 2024 allora la Viola si terrà il 100% della cifra. Per quanto riguarda Luka il contratto prevede un biennale fino al 2024 da 2,5 milioni a stagione, scaduto il termine, il giocatore deciderà se rinnovare automaticamente a 5 milioni a stagione o se restare svincolato. Insomma, una formula mai vista prima.