Juventus, Di Maria è già un lontano ricordo: avviati i contatti con un vecchio pallino

Come raccontavamo ieri, Angel Di Maria è sempre più lontano dalla Juventus. Le diversità di vedute contrattuali tra giocatore e club hanno fatto raffreddare una pista che sembrava essere incanalata già da qualche tempo. D’altronde il calciomercato riserva sempre qualcosa di imprevedibile e adesso la Juventus dovrà guardarsi intorno per scegliere l’esterno ideale da affiancare a Vlahovic la prossima stagione. Allegri vuole giocatori di un certo temperamento che abbiano gol e assist nelle gambe, oltre che grandi qualità tecniche. Nelle ultime ore è tornato di moda un vecchio pallino bianconero, Domenico Berardi.

Il classe ’94, che ha terminato la stagione in doppia cifra di gol e assist, è uno dei migliori esterni d’attacco del campionato e a 27 anni non attende altro che fare il salto in una big anche per aggiungere la casella “Champions League” nelle sue presenze in carriera. Mimmo è stimatissimo da Allegri, il quale aveva già fatto intavolare trattative col Sassuolo negli anni precedenti che però si sono rivelate inutili. I rapporti tra i due club sono ottimi ma Carnevali non farà alcun tipo di sconto. 35-40 milioni di euro è la valutazione che serve per portare l’attaccante a Torino.

UN PRIMO CONTATTO

Nella giornata di ieri c’è stato un primo contatto tra Juve e Sassuolo per capire la fattibilità dell’operazione. Che è fattibile ma a certe condizioni inderogabili. Anche la mossa delle contropartite per far abbassare il prezzo non è una mossa che aggrada Carnevali: era già successo con Locatelli, dove alla fine si è arrivati ad una dilatazione del pagamento. Per il momento il Milan si è defilato nella corsa a Berardi, mentre la Roma – altra pretendente – aspetta di capire il futuro di Nicolò Zaniolo.

Tornando a Di Maria, l’impressione è che la chiamata di Xavi da Barcellona abbia cambiato la volontà del Fideo. D’altronde i Blaugrana sono un terreno storicamente fertile per gli argentini. Il Barça, però, ha un grande bisogno di vendere prima, anche per un discorso di ingaggi. Frenkie De Jong dovrebbe essere il sacrificato per fare cassa (80 milioni si parla), così da poter arrivare anche a Lewandowski, che aspetta una chiamata del Barcellona. Per adesso Di Maria non è completamente sfumato in casa Juve; nel radar ci rimane ma più passano le ore e più sta diventando un lontano ricordo.

Seguici anche su Per Sempre News