• Tempo di lettura:2Minuti

Trovare il sostituto ideale di Marcelo Brozovic non è mai stata una missione semplice per l’Inter. Il centrocampista croato è da almeno un paio d’anni l’imprescindibile per eccellenza dei nerazzurri, il fulcro per antonomasia dove il gioco viene creato e sviluppato. La capacità del numero 77 di giostrare nello spazio tra difesa e attacco è unica in casa Inter, non a caso quando è mancato Brozovic in questa stagione la squadra di Simone Inzaghi non ha mai vinto. Ci ha provato Barella, ci ha provato Calhanoglu, addirittura Gagliardini: la realtà dei fatti dice che per trovare un vice bisogna intervenire sul mercato.

Asllani dell’Empoli è uno dei nomi più in voga del momento, un classe 2002 svezzatosi con Andreazzoli in prima squadra e che adesso ha diversi estimatori attorno per compiere il grande salto. Marotta sfoglia la margherita e tra i nuovi obiettivi per la regia è spuntato Ruben Loftus-Cheek, centrocampista inglese classe 1996 di proprietà del Chelsea. Cresciuto nel settore giovanile dei Blues, Loftus-Cheek non è mai riuscito ad imporsi stabilmente se non nell’unico anno di Sarri (18-19) quando realizzò 10 reti in 37 presenze suggellate dalla vittoria in Europa League. Un centrocampista box-to-box che in un calcio dinamico come quello di Inzaghi potrebbe esaltarsi.

Il problema per l’Inter sono i 20 milioni di euro che chiede il Chelsea per liberarlo. Cifra che Marotta e Ausilio non hanno la minima intenzione di spendere. L’unica via è quella del prestito, anche perché l’ingaggio dell’inglese è abbordabile per il budget del club. Dotato di buona tecnica e un fisico possente da 191 centimetri, Loftus-Cheek potrebbe rivelarsi un vero e proprio colpaccio dei nerazzurri, visto che può essere impiegato anche da mezz’ala per dare respiro ai titolarissimi. Questa stagione l’inglese l’ha chiusa con 40 presenze, un solo gol e cinque assist.

Seguici anche su Per Sempre News