Scendono in campo allo stadio Olimpico, la Roma di Josè Mourinho e il Venezia di Andrea Soncin, retrocesso aritmeticamente in Serie B da questo pomeriggio dopo il pareggio della Salernitana a Empoli.

I giallorossi invece giocano per guadagnarsi una qualificazione in Europa League in attesa delle partite di Atalanta, Lazio e Fiorentina.

Torna titolare, dopo più di un anno in campionato con la maglia giallorossa, Leonardo Spinazzola, che durante gli europei aveva subito la rottura del tendine di Achille.

In tribuna, ad assistere all’ultima partita della Roma tra le mura amiche tantissimi ex giallorossi, tra cui le due bandiere De Rossi, Totti e anche Vincent Candela.

Si parte e neanche dopo un minuto sono avanti gli arancioneroverdi con gol di Okereke.

Punizione Roma, Haps si sdraia per evitare problemi, il capitano Lorenzo Pellegrini va sul pallone, tira, ma non riesce a pareggiare per i suoi.

Ennesima occasione per la Roma, questa volta al tiro Abraham, ma Maenpaa para.

Ci prova anche Leonardo Spinazzola, ma anche lui manca il pari.

Trentaduesimo minuto, fallo di Kiyine su Lorenzo Pellegrini, VAR e rosso per il giocatore del Venezia.

Punizione Roma, batte Veretout ma Maenpaa para aiutato dalla barriera.

Partita movimentata, i padroni di casa tentano in 11 contro 10 di agganciare il pari ma il Venezia non molla.

Ultimi quattro minuti o poco più di primo tempo, sempre Roma in attacco alla ricerca del pareggio.

Fine dei primi 45 minuti con il punteggio di 1-0 per i lagunari.

Il secondo tempo inizia con Mou che cerca di correre ai ripari facendo entrare El Shaarawy e Zalewski. Roma che, al quinto minuto, centra una traversa clamorosa con un bolide di Cristante.

I giallorossi spingono all’attacco nella disperata ricerca del pareggio, per non perdere il treno Europa League.

Ci prova anche Abraham che non segna un gol dalla doppietta contro la Lazio di marzo.

Al 76′ minuto arriva il pareggio della Roma con Shomurodov, che sfrutta la ribattuta di Maenpaa su tiro di Pellegrini per scaraventare in porta il pallone dell’1-1.

Il primo gol dell’uzbeco con la maglia dei giallorossi era avvenuto proprio contro gli arancioneroverdi.

Per la Roma entra il giovane Cristian Volpato, per lui due presenze con i giallorossi, un gol.

Dall’altra parte, a due minuti dalla fine ci prova Cristante, fermato ancora una volta da Maenpaa.

Tiro di Zalewski che, però, prende traversa e così sono quattro le traverse dei giallorossi.

Al 97° il direttore di gara, Simone Sozza, viene richiamato al VAR per un presunto rigore per la Roma, ma così non è, torna in campo e dopo qualche momento fischia la fine della partita.

Il Venezia resta all’ultimo posto a 26 punti.

La Roma sale a 60, a due punti dalla Lazio, che giocherà lunedì a Torino contro la Juve ed ha un punto in più di Fiorentina e Atalanta che giocheranno rispettivamente contro Sampdoria e Milan.

La prossima partita della Roma si giocherà venerdì prossimo a Torino contro i granata.