La Cremonese è salita in Serie A grazie ad un lavoro di gruppo che persiste da diverso tempo. L’ottimo lavoro svolto in questi anni ha portato la squadra al ritorno nella massima serie dopo 27 anni. La piccola città lombarda negli ultimi anni è riuscita a restare nelle primissime posizioni della Serie B senza nessun problema e dopo l’exploit dell’anno scorso, in questa stagione hanno raggiunto la promozione. Sono tanti i giocatori che hanno realizzato questa impresa ad essersi messi in luce: da Carnesecchi a Okoli passando per Zanimacchia a Fagioli. E proprio su quest’ultimo la Gazzetta dello Sport ha realizzato un’intervista parlando della promozione della Cremonese e sulla sua stagione: “ci sarebbe stato bene anche arrivare terzi per fare i playoff in posizione privilegiata, così è andata di lusso. Un ambiente veramente fantastico. Abbiamo segnato tutti e tanto. Sentivamo la pressione, ma non abbiamo mai smesso di crederci. Credevamo di vincere a Como e abbiamo gufato gli altri: anche questo serve. Io sono pronto per giocare in Serie A. Dove non lo so, non dipende da me. Mi aspetto di tutto, logico che se mi terranno sarò felicissimo: la Juve è la Juve. Sono maturato e io sarò pronto a dimostrare che la fiducia in me sarà meritata. Rinnovo volentieri con la Juve, dipende sempre dalla fiducia che mi dimostrano. Se non dovessi restare a Torino e dovessi fare un altro anno in prestito, lo farei volentieri a Cremona. Qui mi sono trovato benissimo”.