Il Toro fa festa nel segno del Gallo Belotti: 1-3 e fine della ‘maledizione ‘ del Castellani per la squadra granata. Dopo un primo tempo equilibrato con le due squadre che si affrontano a viso aperto ma con poche occasioni da gol, nel secondo tempo Zurkowski rompe l’equilibrio con un tiro da fuori poi prima il rosso di Verre, poi la doppia mano di Stojanovic fanno salire in cattedra il Gallo Belotti che realizza una tripletta con due rigori realizzati e un gol in spaccata su assist di Brekalo. Con questa vittoria la squadra di Juric sale al 10° posto scavalcando il Sassuolo.

Nel Torino torna Berisha tra i pali, Buongiorno prende il posto di Bremer non al meglio affiancato da Djidji e Rodriguez. A centrocampo Singo e Vojvoda sulle fasce con Lukic e Pobega centrali. Davanti Praet e Brekalo a supporto di Pellegri. Andreazzoli conferma il 4-3-2-1 con Stojanovic, Luperto, Viti e Parisi in difesa, Asllani, Zurkowski ed Henderson a centrocampo, Verre e Di Francesco dietro Pinamonti. Squadre aggressive in avvio di match e grande pressione dell’Empoli a frenare il palleggio del Torino. Prima occasione da gol per la squadra granata grazie ad una percussione di Brekalo respinta dalla retroguardia empolese: la sfera finisce sui piedi di Pobega che dal limite dell’area lascia partire un sinistro che termina di un soffio a lato del palo della porta di Vicario. Poco dopo su un corner battuto da Brekalo Djidji di testa non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Sale la pressione granata e ancora Pobega dal limite, dopo una sponda di Pellegri, spedisce fuori di pochissimo. Stojanovic e Parisi fanno buona guardia su Singo e Vojvoda, Henderson, Asllani e Zurkowski soffocano il palleggio dei centrocampisti granata. Si fa vivo l’Empoli con una punizione battuta da Asllani per Luperto che riesce solo a sfiorare la palla con Berisha che blocca la sfera in due tempi. Buona occasione da rete della squadra di casa con Verre che scambia bene con Pinamonti e tira centralmente ben controllato da Berisha. Verso la fine del primo tempo, conclusione improvvisa di Asllani dal limite dell’area e sfera di poco a lato. La prima frazione si chiude sullo 0-0 con entrambe le squadre molto bloccate che faticano a produrre gioco.

Il secondo tempo si apre con un cambio per il Torino: fuori Vojvoda, dentro Ansaldi. Punizione insidiosa dal limite dell’area per l’Empoli con Asllani che calcia una buona punizione alta sopra la traversa. Empoli più brillante rispetto al primo tempo e ad un passo dal vantaggio al 53′: grande ripartenza di Verre che mette in mezzo per Pinamonti che tutto solo davanti a Berisha spedisce la sfera di un soffio a lato. Pressione dell’Empoli premiata due minuti dopo: Verre centralmente per Zurkowski che di sinistro calcia la palla da fuori area beffando Berisha, non impeccabile nell’occasione. Empoli che rimane in dieci poco dopo per un intervento in ritardo a gamba tesa di Verre sulla caviglia di Pellegri. Juric sostituisce Singo, Lukic e Pellegri per Seck, Ricci e Belotti. Praet scala esterno destro. Il Toro spinge alla ricerca del pareggio che trova al 75′. Praet mette un bel cross in area per Ansaldi che prova la conclusione di sinistro al volo ma il suo tentativo viene respinto con il braccio da Stojanovic: rigore confermato successivamente anche dal Var. Sul dischetto si presenta il Gallo Belotti che batte Vicario con un tiro forte in diagonale. Continua ad attaccare il Torino e all’86’ su una conclusione da fuori dell’ex Samuele Ricci, ancora Stojanovic devia col braccio il tiro. Secondo calcio di rigore e rosso per Stojanovic. Belotti sceglie lo stesso lato del primo e porta il Toro in vantaggio. Nell’Empoli fuori Asllani e dentro La Mantia. Contropiede di Belotti sbilanciato al momento del tiro da Viti e palla svirgolata che finisce sul fondo. Belotti si rifà due minuti dopo su una bella incursione di Brekalo che vince il rimpallo su Viti, appoggia per Belotti che in spaccata chiude il match sul 3-1 sull’Empoli. Il Toro non aveva mai vinto in Serie A contro l’Empoli.