La Lazio torna a giocare all’Olimpico e incassa una sconfitta amara: dopo l’1-1 agguantato proprio nel recupero contro il Torino, i biancocelesti perdono col Milan proprio per un gol segnato da Tonali. I biancocelesti avevano aperto le danze con Ciro Immobile che ha segnato il momentaneo 1-0 proprio nei minuti iniziali del match ma i rossoneri, spinti da più di 10mila tifosi, hanno messo l’acceleratore e hanno ottenuto i tre punti. Ennesima partita buttata al vento da parte della squadra di Sarri che perde nello stesso modo come successo contro il Napoli a fine febbraio con Fabian Ruiz a regalare la vittoria a Spalletti. Ma oltre il danno anche la beffa.

Acerbi se la ride e i tifosi si infuriano

Sull’azione del gol del Milan infatti, gran colpa se non tutta è di Acerbi che cercando di rinviare la palla, la stampa addosso proprio a Tonali che sistemandosela con il ginocchio, la manda in porta e fa esplodere il settore ospiti. Quello che non è passato inosservato ed è stato ripreso dalle telecamere è un frame in cui il difensore della Lazio se la ride dopo il gol subito. Le immagini ritraggono anche Marusic che imbufalito per la reazione del compagno, si avvicina al Leone per riprenderlo bruscamente. Immediata la reazione sui social che esprimono a gran voce il dissenso verso il gesto del numero 33 laziale, visti anche gli attriti avuti durante la stagione con la tifoseria.

La risposta social di Acerbi

Non è tardata ad arrivare la risposta di Francesco Acerbi che, leggendo tutti i commenti negativi sul suo conto, ci tiene a precisare che la risata non fosse intenzionale ma solo isterica per la sconfitta subita proprio nei minuti finali. Queste le sue parole sui suoi canali social:

Ora basta. Ho sempre dato tutto per questi colori e sono fiero di aver vinto i trofei con questa maglia.
C’è stato qualche attrito, lo ripeto come ho già fatto, ho sbagliato e chiesto scusa. La risata di questa sera era isterica per aver perso i due punti in maniera rocambolesca e non perché ero felice di aver perso. Non vorrei nemmeno che un tifoso pensasse questo di me
“.

Giustificazione o meno del gesto, il distacco fra Acerbi e la tifoseria della Lazio si è fatto sempre più grande. L’atteggiamento avuto in molte partite non è piaciuto a una bella fetta dei supporters biancocelesti e gesti come questi, volontari o non, segnano definitivamente la rottura col giocatore. E molto probabilmente le strade si divideranno a fine campionato.