Altra figuraccia del Napoli che fino a poche settimane fa sembrava essere lanciato alla conquista del suo terzo scudetto. Poi tre cadute una dietro l’altra e un punto in tre gare tra Fiorentina, Roma e Empoli.

Le squadre toscane sono adesso ufficialmente dichiarate come indigeste per il Napoli. I tifosi speravano di mantenere una fiammella accesa vincendo al Castellani e invece dopo essersi illusi portandosi in vantaggio sullo 0-2 al minuto 80, poi hanno preso tre gol in sette minuti dall’Empoli che con questa vittoria può decisamente ritenersi fuori dalla lotta salvezza mentre il Napoli, non solo deve mettere una definitiva pietra sopra sui sogni scudetto, ma ora gli tocca guardarsi veramente le spalle dal ritorno della Juventus che se si imporrà lunedì sera a Reggio Emilia contro il Sassuolo, si porterà a un solo punto dai partenopei.

La fortuna per il Napoli è che Roma e Fiorentina hanno entrambe perso rispettivamente a Milano con l’Inter e a Salerno con la Salernitana.

La tifoseria partenopea ha atteso i propri giocatori fuori allo stadio Castellani con invettive e insulti che hanno riscaldato e agitato l’ambiente inducendo anche Osimenh a reagire in malo modo e solo l’intervento di Juan Jesus è riuscito a placare la reazione del giocatore nigeriano per evitare ulteriori problemi.

La società ha annunciato dopo la partita che da martedì, la squadra sarà in ritiro a tempo indeterminato ma queste sono misure che a quattro giornate dal termine del campionato lasciano il tempo che trovano. È un po’ come chiudere la stalla dopo che sono scappati i buoi. Ma evidentemente nella testa di de Laurentiis non c’è tanto la punizione per essere usciti dalla corsa scudetto ma quanto il terrore di restare fuori dalla Champions per il terzo anno consecutivo: scenario che sembra abbastanza lontano vista anche la distanza dalle squadre che sono dietro in classifica. Un eventuale terzo anno di assenza dalla Champions sarebbe devastante sotto ogni aspetto.

La prossima di campionato prevede l’incontro Napoli-Sassuolo che si giocherà allo stadio di Fuorigrotta e visto l’andamento dele gare disputate in casa accende una spia rossa che preoccupa più di ogni altra cosa l’ambiente anche perché il Sassuolo è squadra frizzante che gioca molto bene e che soprattutto ha sempre dimostrato di non temere nessuno, soprattutto le grandi.