ranocchia inter

Ieri sera il Torino di Ivan Juric è andato ad un passo dalla vittoria contro l’Inter a seguito di una delle migliori prestazioni stagionali, caratterizzata da spessore agonistico, organizzazione tattica e un gioco fluido e propositivo. Juric aveva preparato benissimo la partita e i suoi ragazzi sono stati bravi ad interpretarla bene, pressando alto, chiudendo gli spazi, i rifornimenti per gli attaccanti nerazzurri e creando tanti pericoli alla porta di Handanovic.

Le recriminazioni per la vittoria sfumata stanno tutte in due episodi. Il gol del pareggio subito nei minuti di recupero dove il pallone andava gestito diversamente e in cui Sanabria perde malamente palla innescando il pari nerazzurro e soprattutto l’inconcepibile decisione di Guida di non assegnare il calcio di rigore per l’intervento di Ranocchia su Belotti. Il rigore era netto, il difensore nerazzurro colpisce nettamente il piede del Gallo. Né Guida né l’addetto al Var Massa hanno ritenuto di sanzionarlo. Come è possibile non fischiare un rigore così? Come ha fatto l’arbitro a non vederlo e perché Massa non lo ha richiamato al Var?

” Il rigore che manca? L’ennesimo. In tante situazioni siamo stati penalizzati. E l’episodio di stasera è inspiegabile”, ha dichiarato il tecnico granata.

Anche il Direttore Sportivo Davide Vagnati rincara la dose nel dopo partita:

” Abbiamo rispetto per le decisioni, però è un dato oggettivo quello che è accaduto. Ci sono due errori clamorosi, non dare il rigore in tempo reale da parte dell’arbitro è un errore. E’ rigore prima e anche dopo, non me ne capacito. Non vorrei che il Var sia un metro per aspettare che si venga chiamati. Sono andato dall’arbitro per chiedere spiegazioni, lui ha detto che dal Var non l’hanno richiamato. Se c’è rigore deve fischiare l’arbitro per primo, altrimenti il Var diventa una giustificazione. Non si può non fischiare un rigore del genere, l’Inter è una grande squadra e ha fatto una bella partita ma se c’è un rigore devono darcelo. Lui vede e dice andiamo avanti. E’ inaccettabile, era una partita che avevamo vinto”.

La clamorosa svista del duo internazionale Guida-Massa è solo l’ultimo di una lunga serie di torti arbitrali subiti dal Toro. Per non parlare dei rigori a favore concessi: nemmeno uno in questa stagione. Sono 30 partite che non viene assegnato un rigore a favore della squadra granata, unica squadra nei top 5 campionati europei che non ha mai battuto un tiro dal dischetto nella stagione in corso. L’ultimo rigore assegnato è stato nello scorso campionato a La Spezia.