Fonte: profilo Instagram ufficiale @official_sslazio

Lazio e Venezia scendono in campo per guadagnarsi la vittoria. I biancocelesti vogliono confermare il trend positivo in vista del derby, mentre gli arancioneroverdi vogliono uscire dalla zona retrocessione che si è avvicinata dopo le ultime due sconfitte.

Primo tempo

Finisce a reti bianche il primo tempo del posticipo del lunedì sera. Nonostante l’iniziale partenza forte del Venezia, la Lazio riesce ben presto a prendere le misure agli avversari. Al 15′ i biancocelesti sfiorano il vantaggio con la punizione di Milinkovic Savic che esce a lato di poco. La Lazio continua a pressare creando potenziali occasioni da goal. Il Venezia, però, non cede e nemmeno sulla serie di calci d’angolo guadagnata dagli avversari desiste e riesce a mantenere la porta inviolata. L’occasione clamorosa da goal arriva al 33′ con Felipe Anderson che coperto da Maenpaa tenta la conclusione, ma il pallone ancora una volta esce di pochi centimetri.

In questi primi 45 minuti l’arbitro Manganiello ha ammonito un giocatore per squadra: Mateju per aver steso Zaccagni, e anche quest’ultimo per simulazione. In generale questa prima frazione di partita è stata dominata dalla Lazio, che paga la poca incisività e decisione sotto porta.

Secondo tempo

La ripresa si fa subito interessante. Dopo la pallonata in faccia a Busio, che ha costretto i giocatori ad uno stop, la Lazio al 49′ riesce ad insaccare il goal dell’1-0. Peccato che Immobile fosse in fuorigioco e la rete viene giustamente annullata. In seguito ad una fase di occasioni per il Venezia, Luiz Felipe rivendica un rigore per un presunto calcio sul mento da parte di Crnigoj. Manganiello assegna il calcio dal dischetto e Ciro Immobile non sbaglia. Con un destro potente segna il goal dell’1-0. I biancocelesti prendono fiducia e si spingono nella metà campo avversaria ripetutamente. Gli arancioneroverdi cercano di costruire gioco, ma la pressione dei giocatori della Lazio, li mette in grande difficoltà. L’ingresso di Nani al posto di Busio da vitalità ad un Venezia schiacciato dall’avversaria. L’arbitro assegna 4 minuti di recupero, ma non bastano agli arancioneroverdi per agguantare il pareggio.

Con questa vittoria la Lazio si porta al quinto posto scavalcando l’Atalanta, che però ha una partita da recuperare. Non è stata la miglior partita della Lazio, ma è comunque riuscita a portare a casa un ottimo risultato per la corsa agli ultimi posti per le competizioni europee.