Staccata pesante del presidente dello Spezia Philip Platek alla Sampdoria. L’imprenditore americano ha infatti dichiarato alle colonne di TuttoSport un retroscena abbastanza importante che riguarda da vicino il club doriano. Stando a quanto dichiarato dal Presidente dello Spezia, prima dell’acquisizione della squadra ligure, ci fu una lieve trattativa per tra gli imprenditori americani e la Sampdoria. Non eravamo del tutto convinti dei conti. Noi abbiamo una politica molto precisa: acquisiamo aziende con i libri contabili trasparenti e i conti possibilmente a posto, non vogliamo sorprese. Lo Spezia offriva queste garanzie, oltre alla passione incredibile della città e della tifoseria. Il calore è un fattore fondamentale. E poi qui abbiamo le Cinque Terre, uno dei luoghi italiani più amati dai turisti americani”, le parole di Platek come ha riportato anche TMW.

Se si va ad analizzare i conti della Sampdoria durante la presidenza Ferrero erano abbastanza in disordine e il buco di bilancio ha poi paventato anche delle varie ripercussioni sia sul mercato che poi sulle vicende successive. Platek per evitare di avere poi problematiche in futuro acquisendo la Sampdoria, ha preferito prendere lo Spezia e avere maggiore garanzie per il futuro e magari a provare a fare più anni in Serie A.