Marten De Roon ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Europa League contro il Bayer Leverkusen. Ecco le dichiarazioni complete del centrocampista atalantino.

Leverkusen squadra forte:

“Il Leverkusen è una squadra forte, che sa giocare a calcio, attacca bene. Secondo me sarà una bella sfida, speriamo che possiamo fare un buon risultato domani sera”.

Quanta voglia ha di riscattarsi?

“Non devo riscattarmi io personalmente dal rosso contro la Roma, ma tutta la squadra vuole reagire. Vogliamo fare una gara come quelle fatte con Sampdoria e Olympiacos. Non penso a me stesso, voglio vedere una prestazione di squadra. Dobbiamo mettere in campo tutto il nostro meglio. Speriamo in un risultato che possa portarci alla qualificazione”.

La situazione di Malinovskyi e Miranchuk come la vede?

“Io non posso parlare per Ruslan e Aleksej, ma è normale che ci sia sofferenza. Ruslan ha la sua famiglia lì, ogni giorno ci sono sempre notizie difficili, è complicato staccare quando si è nello spogliatoio. Noi proviamo ad aiutarli, ma è davvero complesso, noi che abbiamo la famiglia in altri paesi non possiamo nemmeno immaginare tutto ciò. Cerchiamo di aiutarli, ma è un periodo davvero molto delicato, speriamo che si possa esprimere come già fatto in Grecia”.

Cosa è successo nel finale a Roma?

“È andata così, ho già chiuso quell’episodio. Come già detto sarà importante fare risultato domani che può essere importante per il ritorno”.

Domani presenza numero 250?

“Speriamo che possa finire bene già domani sera. Il più bel ricordo in queste 250 presenze? Col Sassuolo, quando abbiamo conquistato per la prima volta la qualificazione alla Champions League”.

Mancanza di pubblico in questi due anni?

“Speriamo che si possa tornare al 100% il più presto possibile, la loro vicinanza ci ha aiutato davvero molto in questo periodo. Li ringrazio davvero tanto”.

Seguici anche su News – Per Sempre News