allegri juve roma

Massimiliano Allegri può sorridere per la vittoria della sua Juventus contro lo Spezia. Ora i bianconeri sono saldi al 4º posto a -7 punti dal Milan capolista e a +6 dall’Atalanta.  Quello di ieri sera è stato anche il quattordicesimo risultato utile consecutivo per i suoi ma Allegri vola basso. 

Intervistato dai microfoni di Dazn nel post partita, ha dichiarato: 

Dovevamo chiudere il primo tempo con due gol di vantaggio. Nel secondo tempo eravamo stanchi, venivamo da partite intense e non ho potuto fare cambi. C’è bisogno di vittorie con sofferenza per arrivare ai grandi trionfi. Ai ragazzi non devo dire nulla, era importante mettersi a 53 punti e prepararsi alle partite con Sampdoria Villarreal e Salernitana al meglio. Non ho mai visto una squadra vincere sempre in modo facile. L’ambiente si era disabituato a vincere con sofferenza, ma anche nei miei 5 anni è capitato ed è normale che sia così. L’importante è non mollare”. 

DEDICA SPECIALE A DYBALA 

Il tecnico livornese non perde occasione per dedicare una riflessione a Dybala, ancora al centro di vari rumours che lo accosterebbe all’Inter per la prossima stagione e ancora ieri bloccato in tribuna da un infortunio al flessore. 

Per Paulo sono dispiaciuto. L’altro ieri si è fermato, non è nulla di grave. Non credo che ci sia con la Sampdoria, spero di averlo col Villarreal. Il suo contratto? Se ne occupa la società. Le sue qualità non le discute nessuno.” 

MCKENNIE STAGIONE FINITA E LO SCUDETTO…

Spazio anche alle questioni infortuni e, al contrario di Zakaria che dovrebbe già essere recuperato, è totalmente diversa la situazione di McKennie. 

“Non lo recupereremo fino all’anno prossimo, purtroppo. Dovrò inventarmi qualcosa.”

Queste le parole di Allegri che ha annunciato di fatto che il texano ha concluso qui il suo campionato. 

Inizialmente i tempi di recupero si erano di circa due mesi, un lasso di tempo comunque lungo ma che gli avrebbero consentito di giocare le ultime partite della stagione. A quanto pare invece la frattura riportata al piede sinistro nella partita contro il Villareal richiede dei tempi più lunghi. Questo getta anche luce sul fatto che l’americano potrebbe non essere più intoccabile per il mercato estivo. 

Immancabile poi la domanda rivolta ad Allegri sullo scudetto per il quale peró il tecnico non sembra avere più dubbi: 

Oggi siamo quarti e abbiamo dieci partite da giocare, una alla volta, ci mancano giocatori e abbiamo l’obiettivo di arrivare tra le prime quattro, passare il turno in Champions e raggiungere la finale di Coppa Italia. Ci sono tante squadre davanti, lo scudetto è un discorso chiuso”.