La Sampdoria ha perso malamente contro l’Udinese alla Dacia Arena e la situazione in classifica inizia ad esser leggermente critica. Infatti la squadra ligure ha 4 punti di vantaggio sul Venezia, ma i veneti devono giocare contro il Sassuolo e recuperare la sfida contro la Salernitana. La Sampdoria quindi deve iniziare a guardare indietro e sperare che le sue avversarie non facciano punti. L’unica nota positiva per i blucerchiati è stata la sconfitta del Cagliari contro la Lazio che ha frenato la corsa appunto dei sardi. Marco Giampaolo ha analizzato la sfida persa per 2-1 contro l’Udinese, come ha riportato TuttoSport: “ci aspettavamo tutti qualcosa in più, io per primo. Dopo 12 minuti ci siamo ritrovati sotto di due gol e non può succedere, soprattutto in una partita che abbiamo preparato sul piano caratteriale e motivazionale. È lì che si vede la qualità di un calciatore. Se invece siamo 2-0 per gli altri c’è un problema: è inammissibile. Forse non ci siamo resi conto in che posizione di classifica siamo. E non possiamo commettere questi errori, tanto più con una squadra infarcita di nazionali e di giocatori di esperienza”.

Bisogna riflettere su questo: sull’atteggiamento e sull’incapacità di capire l’importanza della partita. La reazione è stata di pancia. Ma la partita era compromessa. La posta in palio era alta, lo sapevamo, e non mi piace l’assenza di personalità che abbiamo fatto vedere. Si può uscire sconfitti, se la sconfitta è giusta e hai dato tutto. Non mi va giù se si fa una partita così. Ma la sconfitta è innanzitutto la mia, non lo dico per scaricare sui calciatori. La salvezza? Bisognerà fare tanta strada, ma la Sampdoria dovrà soprattutto avere il coraggio di giocare a calcio e di assumersi delle responsabilità. Candreva poteva fare meglio, è molto importante per noi. Da lui mi aspetto sempre il massimo”.