• Tempo di lettura:2Minuti

Brutto sabato sera per il Milan all’Arechi contro la Salernitana: la squadra del neo allenatore Nicola ha bloccato la formazione di Pioli, nell’incredulità del popolo rossonero. Il match all’Arechi però è stato sbloccato dagli ospiti con Junior Messias che ha messo a segno il suo quarto gol in campionato, contro chi ha provato a prenderlo durante la sessione estiva di mercato. Il numero 30 milanista ha commentato così la prestazione di Salerno:

Siamo delusi dal risultato. La squadra ha giocato e lottato, abbiamo creato tanto, ma ci è mancata lucidità. Peccato, volevamo vincere, oggi abbiamo lasciato per strada due punti. Quando si è in testa bisogna cercare di vincere sempre”.

Poi sulla sua condizione fisica e il lavoro da fare col Milan, Messias dice:

Devo ancora lavorare tanto e migliorare. Penso che avrei potuto fare meglio se avessi fatto la preparazione con la squadra e se non avessi avuto quegli infortuni, ma mi sto riprendendo bene, cerco di dare sempre il massimo per il gruppo quando il mister mi manda in campo”.

Un sogno chiamato Mondiale ma prima vincere qualcosa col Milan

“Al Mondiale per il momento non penso, devo concentrarmi solo sul Milan. Se il ct mi chiamerà bene, l’importante è vincere qualcosa con il Milan. Ci aspetta un mese impegnativo, dobbiamo avere la testa giusta. Dovremo ripartire subito”.