Si accendono di nuovo le luci a San Siro, scendono in campo Milan e Lazio. Dopo il match disputato di martedì fra Inter e Roma, che ha visto la squadra di Inzaghi trionfare per 2-0 su quella di Mourinho, Pioli e Sarri si incontrano per giocarsi la Coppa Italia. In palio c’è la semifinale contro i nerazzurri.

L’analisi del match

Partono forte Milan e Lazio che nei primi dieci minuti del match hanno un’occasione per una ma la palla non entra. Ma i padroni di casa sbloccano il match con un’instancabile Leao: Romagnoli lancia in profondità il numero 17 che, a tu per tu con Reina, non fallisce e segna il gol dell’1-0. La partita sembra essere a senso unico con il Milan che spinge in avanti per il 2-0, con la Lazio rimasta scioccata dal vantaggio milanista.

Lo sforzo rossonero viene ripagato al 41′ quando Giroud riesce a trovare il gol del raddoppio: su un disimpegno sbagliato della Lazio, i padroni di casa riescono a prendere il pallone e Leao riesce a dribblare ben tre giocatori della Lazio, servendo poi il numero 9 che spinge tranquillamente in rete. La squadra di Sarri cade in un profondo coma di gioco, portando il Milan alla rete del 3-0 dopo pochissimi minuti: Brahim Diaz riesce a smarcare tutta la difesa schierata, passa la palla a Theo Hernandez che butta in mezzo e Giroud riesce a fare la seconda doppietta in quattro giorni.

Un secondo tempo sempre a tinte rossonere

Tornati in campo, la Lazio prova veramente poco ad accorciare quantomeno le distanze visto che il pallino del gioco rimane comunque in mano al Milan. L’ingresso di Luis Alberto, Leiva, Pedro e Lazzari non cambiano molto la trama di gioco, con i padroni di casa in pieno controllo della partita. Brutta batosta per i biancocelesti visto che al 64′ Immobile è costretto a lasciare il campo per un problema alla caviglia. Serata sempre più buia per la Lazio che riesce a prendere anche il quarto gol della serata, sempre con difesa schierata. Al minuto 79′ riesce ad andare a segno anche Kessie: il numero 79 raccoglie la palla al limite dell’area piccola e con il destro batte ancora Reina.

Con questo risultato pesantissimo, il Milan si aggiudica la semifinale, nel doppio appuntamento con l’Inter, in un derby più infuocato di quello di campionato. Con il 4-0 schiacciante, la Lazio ha bisogno di farsi un bell’esame di coscienza visto che, dopo ben 3 partite dove Strakosha non aveva preso gol, Reina è responsabile insieme alla difesa di ben 3 gol su 4. È ora di capire se il Sarrismo c’è o non c’è, anche perché il percorso dei biancocelesti continua ad essere molto altalenante. Molta delusione sul volto di ogni tifoso della Lazio in quanto, dopo aver trionfato a Firenze, la sua squadra cade malamente a San Siro.