Siamo sicuri che Roma, intesa come città, abbia scelto allenatori adatti alle squadre? Questa è la domanda che i tifosi di Lazio e Roma hanno in mente da diverso tempo. Se si va ad analizzare i dati da inizio dell’anno, né Sarri, né Mourinho hanno rispettato le aspettative. Un po’ per gli infortuni, un po’ per i giocatori, un po’ per la metodologia, ma i risultati non ci sono. Anzi sia Lazio che Roma stanno faticando a produrre tutti i punti che i presidenti hanno stabilito ad inizio anno. Clamorosamente Roma (intesa come città) si ritrova surclassata dalla Fiorentina e presa quasi a schiaffi da altre squadre che in teoria dovevano restare sotto. Il Verona ad esempio ha un bellissimo gioco e Simeone e Barak sono interpreti perfetti, il Sassuolo dei giovani stessa cosa. Le due squadre romane stanno annaspando in classifica e spesso e volentieri vengono prese di ispirazione per non fare errori del genere.

Mourinho Roma

Ad agosto i principali network, giornali e TV italiane hanno esaltato Lazio e Roma come le squadre possibili alla vittoria di un trofeo o di essere protagoniste in Italia ed Europa. A dicembre la situazione è largamente staccata dalle previsioni, e anzi i tifosi stanno iniziando a pensare se Sarri e Mourinho sono adatti alle due squadre. L’addio di Inzaghi è stato pesante per i laziali, e Lotito è stato costretto a prendere un allenatore che potesse tenere salda la tifoseria. Non va meglio alla Roma che visto i risultati dello scorso anno auspicavano un percorso differente.

Alcuni giocatori delle due squadre romane sono usciti dai radar come Lazzari, Mayoral senza un vero motivo plausibile. L’anno scorso entrambi i giocatori hanno realizzato prove veramente importanti e in teoria dovrebbero essere sempre titolari. Le uniche note positive dei biancocelesti sono Pedro autore di gol importanti, Basic, centrocampista che ha realizzato ottime prestazioni e F. Anderson (anche se ora è apparso abbastanza stanco). Per la Roma invece oltre Abraham, Veretout ha reso ottime idee a centrocampo e con l’inglese si trova alla perfezione. La fase difensiva della Lazio è da film horror, mentre l’attacco della Roma poggia solo su Abraham. Il mercato di gennaio sarebbe adatto a trovare giocatori calzanti per i moduli di Sarri e di Mourinho, ma quello che serve sono soprattutto assimilare il gioco di entrambi. Qualche giocatore in più ad entrambe le squadre sarà importante per arrivare almeno alla zona Europa League senza l’affanno delle ultime partite.