Covid, la Premier League si gioca comunque. Confermato il Boxing Day

La Premier League ha deciso di continuare a giocare nonostante l’aggressività del Covid nel Regno Unito. La variante Omicron sta facendo spaventare in terra inglese ma il massimo campionato continuerà. Si giocherà anche durante le feste natalizie, confermando il classico boxing day, mettendo da parte i numerosi rinvii che si sono registrati nell’ultimo turno disputato. C’è poi da considerare il numero di calciatori positivi al virus. Attualmente sono 90 e il 16% di coloro che giocano in Premier League non hanno ricevuto nemmeno una dose del vaccino.

In una videoconferenza tra i proprietari dei club, si è discusso della possibilità di posticipare di almeno un turno durante le feste visti i focolai di Covid. Questi hanno causato già il rinvio di sei partite nell’ultima giornata. Secondo The Athletic, Liverpool e Arsenal avevano già proposto qualcosa. Le due società infatti hanno proposto di spostare le partite in programma dal 28 al 30 dicembre a una data successiva. Gli altri club hanno ritenuto che fosse una scelta rischiosa. L’eventuale rinvio avrebbe comportato un costo economico troppo elevato per la Premier e notevoli problemi organizzativi alle squadre che hanno già avuto diverse partite rinviate.

Il Boxing Day quindi si giocherà regolarmente il 26 dicembre, a chiudere il girone d’andata. Tra il 28 e il 30 e tra l’1 e il 3 gennaio invece si disputeranno le prime due sfide del girone di ritorno. Sarà prevista subito dopo una pausa di due settimane. La Premier League inoltre ha comunicato ai club che dovranno utilizzare i giocatori idonei dell’Under 21 per colmare le assenza in prima squadra a causa del Covid, per infortunio o per malattia.