L’idillio tra Sebastiano Esposito e il Basilea sembra esser scoppiato. L’attaccante azzurro, in presti dall’Inter, nell’ultima partita di Conference League contro il Qarabag (finita 3-0 ndr), si è rifiutato di scendere in campo. Esposito è stato fuori causa di un infortunio muscolare per diverse settimane e per questo motivo Patrick Rahmen ha deciso di metterlo in campo per testare la sua forma fisica e dare dei minuti alle gambe del giocatore. Ma, clamorosamente, Esposito si è rifiutato di scendere in campo facendo scatenare una lite furibonda in panchina. Valentin Stocker, Michael Lang e Jordi Quintilla hanno provato a calmare il giocatore e a farlo entrare in campo, ma senza aver successo. Tale atteggiamento ha scatenato l’ira di Simon Walter che al Blick ha dichiarato:Non è tollerabile, ma ne discuteremo tra di noi. Parleremo di tutto internamente.

Questo atteggiamento di Esposito non solo sta rovinando l’atmosfera nello spogliatoio, ma anche la possibilità di un eventuale trasferimento definitivo al Basilea. Infatti il giocatore è in prestito con opzione di riscatto e contro riscatto, ma questo ennesimo atteggiamento potrebbe aver fatto allontanare il giocatore dalla squadra svizzera. Ma qualche settimana fa al Corriere del Ticino, Esposito ha dichiarato: “Mi hanno fatto sentire desiderato. Se l’Inter non mi contro riscatterà, diventerò l’acquisto più oneroso nella storia del Basilea“. Quindi tale comportamento non ha nessun senso logico. Nessuno a Basilea ha capito questa situazione e soprattutto l’azzurrino ha iniziato a sentirsi una rockstar, cosa che non è adatta al tipo di ambiente svizzero.