Di questi tempi, sotto il punto di vista medico, l’unica gioia proviene proprio dalla “Joya”: Paulo Dybala è tornato ad allenarsi in gruppo e per la sfida ai campioni d’Europa del Chelsea, a Londra, ci sarà. Una bella notizia per Max Allegri che tuttavia stride con le condizioni degli altri componenti della rosa che stanziano in infermeria.

La peggiore notizia è fresca di giornata e riguarda Danilo, uno dei migliori per rendimento e qualità di questa “seconda” Juve di Allegri. Il brasiliano tornerà l’anno prossimo: impietosa la diagnosi al J-Medical, dove dagli accertamenti è emersa una lesione del muscolo adduttore lungo della coscia destra. Una noia che lo terrà fuori almeno otto settimane.

Il terzino sarà in compagnia di Chiellini e De Sciglio che tenteranno di recuperare in vista delle due sfide contro l’Atalanta e la Salernitana mentre continua il mistero di Ramsey, le cui noie muscolari nascono a Torino e spariscono in Galles. Il gallese, oltre a lanciare frecciatine continue all’indirizzo della dirigenza bianconera, si è accampato in infermeria nonostante le ottime prestazioni fornite puntualmente con la maglia della sua nazionale.

L’ultimo della lista, non per importanza, è Federico Bernardeschi la cui versatilità e abnegazione è stata premiata spesso in questa prima parte di campionato: il campione d’Europa dovrebbe tornare a metà dicembre. Data la situazione, a Londra dovrebbe riuscire ad andare Kulusevski che ha svolto oggi un lavoro differenziato in via precauzionale e non è di certo al 100% della condizione.

La fortuna della Juventus è quella di poter gestire le forze allo Stamford Bridge. Il percorso netto dei bianconeri e la qualificazione ottenuta con largo anticipo, consentirà ad Allegri di gestire le situazioni delicate e di non dover forzare i giocatori.