Non partiva titolare dalla partita contro l’Atalanta Ante Rebic. Questo sabato torna il croato dal primo minuto contro la Fiorentina.

Assente – Atalanta-Milan, 3 ottobre. Risale a più di un mese e mezzo fa l’ultima partita da titolare del croato numero 12. Un infortunio alla caviglia ne aveva limitato il minutaggio. A ciò si aggiunge l’esplosione di Leao, che è diventato il riferimento principale sulla fascia sinistra. Insomma, non la miglior stagione in rossonero per Rebic. Per lui finora solo un gol, contro la Juventus, e due assist, entrambi contro la Lazio. In effetti Ante ha da solo regalato ben 4 punti alla sua squadra, risultando decisivo quando ha segnato o messo a segno un’assistenza. Quando è in forma si può dire che questo giocatore sia devastAnte. Anche la scorsa stagione si era infatti reso protagonista risultando decisivo in vari match, tra cui uno contro la Roma.

Rivincita – Con la pausa nazionali Rebic, non convocato dalla Croazia, ha potuto lavorare accanto a mister Pioli. Al contrario Leao, che è stato convocato ed ha pure giocato contro il Lussemburgo. Non solo: il portoghese è stato anche molto usato finora. Al numero 17 toccherà sicuramente un turno di riposo per ricaricare le batterie. Ecco quindi che entra in gioco Ante, che con grande certezza partirà titolare nel match contro la Fiorentina. Viola che quest’anno sta andando forte, e il settimo posto in classifica lo certifica.

Compagno – Ma contro la Fiorentina Rebic non sarà l’unico ad avere un’occasione. Perché infatti anche Oliver Giroud ha potuto lavorare con mister Pioli, e anche lui partirà titolare nel prossimo match. Riposo per Ibra dopo i match con la Svezia e in vista dell’Atletico. Agli “insoliti due” sarà quindi affidata la prossima partita di campionato dove saranno fondamentali i 3 punti. Perché con Inter e Napoli che si sfidano vincere significherebbe allungare su una delle due formazioni. Una chance unica che Ante dovrà sfruttare per ritrovare un buon minutaggio.