Ševčenko a 21 anni

Era il 1997 quando al Camp Nou di Barcellona nacque una stella dal nome di Andrij Ševčenko che riuscì ad umiliare i blaugrana con una tripletta in Champions.

Ci sono storie che vanno raccontate con un certo tatto. Altre che sono dei veri e propri racconti mitologici. E quello che accadde nella notte di 24 anni fa a Barcellona ha dell’incredibile.

In Spagna dicono che le stelle si formano nelle cosiddette “cantere”, eppure c’è stato qualcuno che umilio in soli 45 minuti la squadra che vanta la nascita dei migliori giovani talenti della storia d’Europa.

Al Camp Nou si gioca la sfida di Champions League Barcellona-Dinamo Kiev e passano solo 9 minuti quando un ragazzino ucraino dal nome di Andrij Mykolajovyč Ševčenko beffa il portiere spagnolo Vior Baia.

Lo stesso attaccante si ripete al 32’ e poi al 44’ In un solo tempo i mitici blaugrana erano solo di tre gol grazie alla tripletta di un giovanotto di soli 21 anni.

Nato nella cittadina di Dvirkivščyna, il piccolo Andrij si conquistà il cuore di tutta Europa. Col numero 10 sulle spalle, “Ševa” fece subito capire di che pasta era fatto. Nessuna pietà per il Barça che perderà la gara per 0-4 grazie al gol anche di Serhiy Rebov al 79’ e all’espulsione di Sergi Barjuán.

Alla fine del girone i catalani si classificarono ultimi, mentre la squadra ucraina arrivò prima qualificandosi per il turno successivo.

Solo due anni dopo il calciatore ucraino decise di dare una svolta alla sua vita lasciando il suo paese e trasferendosi alla corte del Milan di patron Silvio Berlusconi vincendo dove porterà a casa la Champions League 2002-2003 ai danni della rivale Juventus. E l’anno successivo sarà premiato ricevendo il pallone d’oro. Difficile capire il perché visto che già da giovanissimo era riuscito ad ammutolire il Camp Nou.

Quella di Ševčenko è una storia che andrebbe raccontata in maniera poetica, quasi sublime. Dalle origini nelle giovanili della Dinamo Kiev fino a che non diviene il c.t. della sua Ucraina.

Un artista, che andrebbe studiato in tutte le scuole calcio dell’interpo pianeta, ne nascono uno ogni mille anni.

Seguici anche su www.persemprenews.it