Un big match da metà pomeriggio: Fiorentina-Napoli infuoca la domenica di Serie A. La squadra di Italiano viene infatti dalla vittoria di misura rimediata contro l’Udinese nella scorsa giornata e vogliono cominciare una striscia di risultati utili. I ragazzi di Spalletti stanno vivendo un momento di platino: i partenopei infatti sono a punteggio pieno e continuano a dominare la classifica, avendo dalla loro 16 gol fatti in sei giornate e solo 3 subiti. La partita al Franchi può essere l’opportunità per entrambe le squadre che hanno percorsi diversi: la compagine del tecnico toscano per sperare nello scudetto, i viola per rubare un posto in Europa.

Fiorentina-Napoli, l’analisi del match

Il match è arbitrato da Simone Sozza che fischia l’inizio alle 18 in punto: la sfida al Franchi si anima subito con i padroni di casa che provano in tutti i modi di andare in vantaggio. Prima il tiro sul palo di Erick Pulgar al 18′ poi la rete del momentaneo 1-0 viola. Al 28′ infatti, sullo sviluppo di un calcio d’angolo dalla sinistra, Vlahovic riceve palla e mette in mezzo con il sinistro; Martinez Quarta arriva e mette dentro in girata. Seconda volta che il Napoli subisce il primo gol della partita dopo quello subito contro la Juventus.

Arriva subito la reazione azzurra che dieci minuti dopo ha la possibilità di pareggiare su calcio di rigore. Fabian Ruiz lancia Osimhen, che parte in velocità, entra in area, Martinez Quarta lo stende e fa fallo. Dopo un controllo al VAR che decide di convalidare la decisione dell’arbitro, Lorenzo Insigne tira dal dischetto ma Dragowski para il rigore. Il numero 24 prova ad andare in gol sulla respinta ma il portiere viola dice ancora no ma ci pensa Lozano che riesce a mettere la palla in rete.

Il secondo tempo inizia con il Napoli all’attacco, alla ricerca del gol-rimonta e lo riescono a trovare al 50′: sugli sviluppi di uno scherma su calcio piazzato azzurro, un finto disinteressato Zielinski, batte lungo e trova Rrahmani che si tuffa di testa e segna l’1-2.

I prossimi impegni di Fiorentina e Napoli

Con questa vittoria in rimonta, il Napoli vola in solitaria a 21 punti e stacca di quattro lunghezze l’Inter che si trova al secondo posto a quota 17. I partenopei continuano a far sognare tutti e non solo i loro tifosi, nella speranza che questo lungo cammino porti all’agognato scudetto. Brutta batosta per la Fiorentina che staziona a 12, un punto sopra la Lazio di Sarri. Dopo la sosta delle nazionali, la squadra di Spalletti sarà impegnata in casa contro il Torino di Juric mentre i ragazzi di Italiano andranno a Venezia.