Mohamed Salah è arrivato a 100 gol in Premier con la maglia del Liverpool. Il giocatore egiziano più forte di tutti i tempi ha impiegato soltanto 151 partite per arrivare ad una cifra che lo fa entrare di diritto nelle leggende di una squadra gloriosa come i Reds.

Arrivato dalla Roma nel 2017 per “soli” 42 milioni di euro e con la fama di grande assist-man con qualche pecca in fase realizzativa, il Faraone con i ricci alla Maradona è stato letteralmente trasformato da Klopp che lo ha sgravato da compiti difensivi e lasciato libero da dettami tattici. Lo ha reso un’arma micidiale partendo da destra per poi lasciare andare il suo mancino mortifero.

L’impatto sul campionato inglese di Salah è stato devastante; sin dalla prima stagione ha trascinato il Liverpool e si è laureato capocannoniere del torneo con 32 gol. Il primo anno è conciso anche con il momento più basso della carriera in Reds di Momo, la prima finale di Champions League. Sergio Ramos, avendolo identificato come pericolo pubblico numero uno, lo ha messo fuorigioco dopo pochi minuti con un intervento che ha macchiato la fama dello spagnolo, facendogli lasciare il campo in lacrime.

L’assenza di Salah e le papere di Karius sancirono la sconfitta del Liverpool, a bocca asciutta dopo un anno da incorniciare. I Reds erano però maturati e in un biennio divennero ingiocabili. Tornarono perentoriamente in finale di Champions l’anno seguente e questa volta per Salah, ancora una volta capocannoniere della Premier League, le lacrime furono di gioia. Il Liverpool sconfisse il Tottenham grazie a un rigore realizzato proprio dall’egiziano nei primi minuti.

Le cifre di Salah con il Liverpool

Nell’anno di grazia 2019 il Liverpool vinse tutto quello che poteva vincere; Premier League, tornata nella patria dei Beatles dopo 20 anni esatti, Supercoppa Europea e Coppa del Mondo per Club.

Salah non è mai sceso, in 4 anni, sotto i 23 gol stagionali con picchi di 44 e andando sotto i 20 in Premier soltanto nel 2019-20 quando si fermò, per modo di dire, a 19 realizzazioni.

Quest’anno è partito fortissimo segnando sei reti nelle sette partite giocate. L’ultima segnatura è stata la numero 100, cifra raggiunta con il minor numero di partite nella storia della Premier League. Le parole di Klopp per celebrare il suo giocatore sono state tuttavia esplicative del carattere del giocatore:

Abbiamo dovuto consolarlo, era più dispiaciuto per aver sbagliato due gol che per aver raggiunto questo traguardo. È molto probabile che sarà il più veloce a raggiungere anche i 150”

Seguici anche su Per Sempre News!