spagna pedri mondiale

Non se la passa bene il Barcellona a livello economico. Il presidente Joan Laporta ha fatto presenti a più riprese i problemi finanziari della società catalana. In un solo colpo sono stati persi Messi e Griezmann mentre alcuni senatori hanno deciso di accettare il taglio dello stipendio.

I grandi protagonisti attesi sono Pedri e Ansu Fati. A quest’ultimo è stata data la numero 10 di Messi. Grande responsabilità, soprattutto dopo il grave infortunio, ma l’esterno di origini guineane potrebbe non restare. Il suo contratto con il Barcellona scade nel 2022. Jorge Mendes ha chiesto cifre in linea con quelle che percepiva Griezmann. Il Manchester City si sta fiondando per prenderlo a zero.

Anche il contratto di Pedri scade nel 2022. Klopp è pronto a fare follie per lui, avendolo individuato come sostituto ideale di Wijnaldum. I Reds sono pronti a offrirgli un contratto superiore ai 10 milioni di sterline. La differenza con Ansu Fati è che Pedri è assistito da Leaderbrock, agenzia decisamente meno esosa rispetto a quella di Jorge Mendes. In più, il centrocampista originario dell’isola di Tenerife si è esposto, affermando di voler rinnovare a tutti i costi.

Fatto sta che la situazione economica dei Blaugrana resta molto difficile. Per ripianare il disavanzo bisognerà cedere e contenere gli ingaggi anche l’anno prossimo. Trattenere Pedri, visto che il giocatore verrà incontro, non sembra un’impresa difficile. Discorso diverso per Ansu Fati e altri gioielli. Le offerte non tarderanno ad arrivare.