Giornata speciale oggi per i tifosi bianconeri: l’Allianz Stadium, prima Juventus Stadium, compie 10 anni di vita. 

E sono stati due lustri molto importanti per risultati raggiunti sul campo e non solo. 

Era l’8 settembre 2011 quando Del Piero e Boniperti insieme al presidente Andrea Agnelli e a tanti altri personaggi del mondo juventino, hanno inaugurato con una maestosa cerimonia, quella che sarebbe diventata la CASA di tutti i tifosi bianconeri.

Era il primo stadio di proprietà di una grande del calcio italiano, tutt’ora rimane l’unico per le big, e tanta era l’attesa per la sua realizzazione.

Per l’importante traguardo la Juventus ha voluto dedicare un lungo articolo alla sua casa. In questi giorni il club ha chiesto ai tifosi, vista la ricorrenza, i loro momenti più belli di questi 10 anni allo Stadium e oggi ha pubblicato una lettera sul proprio sito:

Casa. Il posto dove sei sicuro, il luogo del cuore. “Casa” è un termine che identifica lo spazio in cui si vive, legandosi indissolubilmente con i concetti di appartenenza e identità. Ecco perché, quella sera dell’8 settembre 2011, il popolo bianconero reagì con un’ovazione alle parole del Presidente, pochi attimi prima che tagliasse il nastro, appunto, della nostra nuova casa”.

Queste le prime parole scelte dal club per sottolineare un’appartenenza stretta del club allo stadio, luogo non solo di partite ma di molto altro. 

UN FORTINO INESPUGNABILE

La prima partita nello Juventus Stadium fu un’amichevole contro il Notts County, terminata 1-1 con gol di Luca Toni e pareggio di Hughes. 

Non una partita entusiasmante certo ma a cui seguirono importanti successi. 

L’11 settembre 2011 ci fu l’esordio dei bianconeri nel nuovo impianto in gare ufficiali: un successo per 4-1 contro il Parma che diede il via ad una stagione piena di vittorie che portarono al primo del 9 scudetti consecutivi.

In molti hanno indicato lo Stadium come una delle armi principali dei successi della Juve in questi anni. 
Sono stati ben oltre 10 milioni gli spettatori in 4 anni con ben l’82% di match sold out.

In totale sono 262 le partite giocate nello Stadium, diventato Allianz nel 2017, il 78% vinte, 93% concluse con un risultato positivo, 558 i gol realizzati con Dybala miglior marcatore a quota 60 reti. 

Solo 16 in tutto le sconfitte. 

La prima nel 2012 contro l’Inter di Stramaccioni, l’ultima contro l’Empoli sabato 28 agosto. 

IMPATTO ECONOMICO 

Un successo quindi non solo sul campo. 
Che impatto ha avuto infatti lo stadio sui conti del club? 

Secondo “Calcio&Finanza” i ricavi dal 2011 ad oggi hanno superato il mezzo miliardo di euro.

Questi hanno garantito alla Juve circa il 12% degli introiti complessivi, una crescita fondamentale per un club che nell’ultima stagione all’Olimpico di Torino aveva incassato solo 11,9 milioni di ricavi da stadio. 

Sempre secondo “Calcio&Finanza” fino all’ultima annata prima della pandemia Covid e della conseguente chiusura degli stadi al pubblico, l’aumento era stato addirittura del 600% con introiti che nel 2018-2019 hanno toccato quota 83 milioni di euro. 

Seguici anche su Instagram