• Tempo di lettura:2Minuti

Ufficiale l’acquisto di Messias per il Milan. Il brasiliano, partito dal campionato dilettanti, giocherà ora in Champions League. Ecco il profilo del nuovo trequartista di Pioli.

Dilettante– “Partendo dal basso” così si può intitolare la storia di Junior Messias. Una favola alla Jamie Vardy, solo che il suo destino si è incrociato col Belpaese. Partito dal brasile, terra d’origine, arriva a Torino per far fortuna. Gioca in una squadra amatoriale, iscritta al campionato Uisp. Ma ciò è soltanto un’occupazione secondaria, perché gioca solo la sera, di giorno fa il fattorino. Consegna elettrodomestici, principalmente frigoriferi. Ma le sere in cui gioca è tre spanne sopra chiunque, impossibile fermare il suo mancino dal segnare valanghe di gol. Così un giorno lo nota Ezio Rossi, ex bandiera del Torino, che lo porta al Casale, in Eccellenza. Da lì un’ascesa tra due stagioni in D, e poi il Crotone nel 2019. La scorsa stagione è stato tra i protagonisti, assieme a Simy, della squadra.

Milan– E nonostante la squadra sia retrocessa, i Rossoneri hanno individuato in lui il vice di Brahim Diaz. Mancino naturale, può essere pure impiegato come esterno destro nel 4231 di Pioli. I buoni numeri dello scorso anno, 9 reti e 4 assist, sono un buon biglietto da visita. Inoltre è il secondo giocatore con più dribbling riusciti nella scorsa Serie A, dietro solo a De Paul. Insomma, la dirigenza ha trovato un nuovo 10 pronto a entrare a partita in corso per segnare e aiutare la squadra. Come visto anche dalla scorsa stagione a questa squadra servono dei sostituti validi, per non incappare negli errori dello scorso anno, primo su tutti una mancata continuità nel rush finale. La trattativa è pure relativamente economica: un prestito con diritto di riscatto fissato tra i 5 e i 6 milioni. Per Messias tutto ciò è un sogno. Partito come dilettante, giocherà perfino ad Anfield contro il Liverpool.