Milan e Roma hanno trovato un accordo per il trasferimento di Alessandro Florenzi in maglia rossonera: prestito oneroso da 1 milione di euro con diritto di riscatto fissato a 4. Superato lo scoglio, venutosi a creare nei giorni scorsi tra il diritto di riscatto proposto dal Milan e l’obbligo di riscatto preteso dalla società capitolina, si è arrivati all’accordo con l’aumento dell’onerosità del prestito da parte della società rossonera (evitando dunque l’obbligo di riscatto).

Inizialmente la Roma, club proprietario del cartellino del giocatore, si era irrigidita di fronte all’offerta del Milan del prestito secco ma grazie anche all’intermediazione del manager del calciatore, Alessandro Lucci alla fine ha accettato questa soluzione.

Florenzi, giocatore universale ed estremamente duttile, ha ricoperto in carriera molti ruoli: attaccante esterno, terzino, centrocampista diventado un jolly prezioso per gli allenatori che lo hanno avuto. Cresciuto calcisticamente nella Roma, ha esordito in Serie A il 22 maggio 211 subentrando a Francesco Totti, collezionando 225 presenze in maglia giallorosso ed indossando anche la fascia di capitano.

A gennaio 2020 lascia la Roma per trasferirsi in prestito al Valencia e a settembre dello stesso anno è passato al Paris Saint-Germain. Nonostante 36 presenze di cui 21 in campionato e 10 in Champions League condite da 2 gol, Leonardo decide di non riscattarlo a 11 milioni e Florenzi fa ritorno a Roma. Ha preso parte anche ad Euro 2020, giocando poco complice un infortunio patito al polpaccio nella partita di esordio con la Turchia.

Un vero e proprio tuttofare a disposizione di Mister Pioli che lo potrà alternare a Calabria nel ruolo di terzino destro ma anche essere un’ottima alternativa a Saelemaekers e Castillejo sulla destra nel tridente offensivo. Manca solo l’annuncio ufficiale che potrebbe arrivare già nella giornata di oggi o al più tardi domani dopo le visite mediche e la firma sul contratto.