hauge

Il Milan ha ufficializzato la partenza di Hauge che lascia Milanello dopo appena una stagione e pochi rimpianti da ambedue le parti.
Arrivato con grandi prospettive, confermate più in Europa League che in campionato, il norvegese ha messo insieme appena 24 presenze condite da 5 gol.

Il passaggio all’Eintracht è in prestito ma prevede l’obbligo del riscatto da parte della squadra tedesca “al verificarsi di determinate condizioni”, probabilmente dovute a presenze o al raggiungimento di obiettivi di squadra. Hauge è entusiasta della sua nuova opportunità in una realtà forse più piccola rispetto a quella rossonera, ma che può offrirgli la possibilità di scendere in campo con continuità, dando così continuità ai lampi di classe che il ragazzo ha fatto intravedere soltanto a sprazzi nel Milan, chiuso da Calhanoglu e discontinuo nel rendimento.

IL COMUNICATO

“AC Milan comunica di aver ceduto a titolo temporaneo, con obbligo di acquisizione definitiva al verificarsi di determinate condizioni, le prestazioni sportive del calciatore Jens Petter Hauge all’Eintracht Francoforte.

Il Club ringrazia Jens Petter per la professionalità sempre dimostrata e gli augura il meglio per il futuro personale e professionale”.

Hauge frutterà al Milan 12 milioni di euro, la cifra che Maldini e Massara richiedevano e che è stata raggiunta dopo una trattativa abbastanza lunga; l’Eintracht aveva inizialmente offerto 8 milioni, una cifra ritenuta troppo bassa per mettere a frutto una plusvalenza da parte del club rossonero.

Entusiasta il direttore sportivo dell’Eintracht, Markus Krösche:

“Con Jens Petter Hauge, stiamo aggiungendo un nuovo importante pezzo del puzzle alla nostra squadra. Il nostro obiettivo è organizzare la rosa in modo tale da avere ancora più versatilità e un po’ meno prevedibilità. Oltre a un’ottima velocità, Jens Petter è in grado di superare i giocatori nell’uno contro uno e sa creare occasioni da gol in ogni posizione offensiva. Tutto ciò lo ha reso un giocatore molto interessante per noi e siamo contenti di essere riusciti a prenderlo”.