Dopo l’arrivo di Kaio Jorge, la Juventus deve risolvere altre due importanti questioni di mercato: il rinnovo di Dybala e trovare un centrocampista per il gioco di Allegri. Il mister aveva fatto due richieste specifiche alla società: o Locatelli o Pjanic e la dirigenza cercherà di accontentarlo almeno in parte.

Quello che sta vivendo la Juventus è dunque un weekend elettrizzante e non solo per la prima amichevole internazionale, il prestigioso Trofeo Gamper, che la vedrà in campo contro il Barcellona al Camp Nou domani alle 21.30.

Sull’agenda di Cherubini ci sono infatti tre nomi cerchiati di rosso per cui potrebbero esserci incontri decisivi proprio tra oggi e domenica. Difficilmente genereranno da subito una fumata bianca ma segneranno comunque notevoli passi avanti nelle trattative.

LOCATELLI

Il primo nome segnato in agenda ormai da mesi, è sicuramente quello di Manuel Locatelli.

Per quanto riguarda il centrocampista la trattativa è in una posizione di stallo. Il centrocampista ha rifiutato tutte le offerte della Premier manifestando sempre la volontà di andare alla Juventus. Dal canto suo il Sassuolo non scende dai 35 milioni di euro. La Juve offre 5mln per due anni di prestito, 20 di riscatto, 7 di bonus e il 25% della rivendita. Però la situazione potrebbe sbloccarsi a breve. La Juventus ha ceduto Demiral all’Atalanta con un incasso di circa 30 milioni di euro destinato chiaramente all’acquisto dell’obiettivo numero uno di mercato.

PJANIC

Il secondo nome è quello di un ex Miralem Pjanic.

Il bosniaco che, stando al “Mundo Deportivo“, non rientra più nei piani di Koeman, sarebbe ben felice di ritornare nel club bianconero che lo riabbraccerebbe volentieri.

Restano da sciogliere i nodi della trattativa. L’occasione sarà proprio la partita di domani sera. A Barcellona oggi è arrivato anche Andrea Agnelli ma il pranzo con Laporta e Florentino Perez, sembra più legato a questioni diplomatiche come la Superlega.

L’agente di Pjanic Ramadani ha già incontrato diverse volte Cherubini e l’ultimo nodo da sciogliere è quello legato all’ingaggio. Il Barcellona si liberebbe volentieri di un giocatore da 8,5 mln di ingaggio e lo cederebbe in prestito alla Juve per uno-due anni. Il bosniaco dovrebbe comunque ridursi lo stipendio, elevato anche per le casse bianconere.

DYBALA

Terzo e ultimo ma non per importanza, è il nome di Paulo Dybala.

L’argentino proprio oggi è tornato ad allenarsi in gruppo dopo l’infortunio e Allegri potrebbe già impiegarlo domani per qualche minuto al Camp Nou.

Nel frattempo, dopo aver osservato la quarantena obbligatoria, l’agente Jorge Antun e il manager di Dybala Carlos Novel, hanno finalmente incontrato Cherubini e Nedved alla Continassa. L’incontro conclusosi poco fa, non ha portato già al rinnovo ma nell’ambiente filtra ottimismo.

La Juve ha ribadito la centralità della Joya nel nuovo progetto. L’argentino andrebbe a guadagnare ben 8 milioni a stagione più eventuali bonus contro i 7,3 che guadagna attualmente e nel contratto dovrebbe inserirsi una clausola rescissoria in caso di acquisto o una percentuale per il giocatore in caso di rivendita.

Le parti dovrebbero incontrarsi a metà della prossima settimana e, nonostante la suggestione catalana dopo l’addio di Messi al Barcellona, il corso degli eventi non dovrebbe modificarsi in negativo.

Seguici anche su Instagram.