L’indiscusso talento di Luka Jovic si è manifestato due anni fa in Bundesliga quando, a soli 20 anni fa, ha giocato una stagione incredibile con l’Eintracht di Francoforte, 46 presenze e 27 gol. Il giovane attaccante serbo sembrava destinato ad un futuro da super star del calcio europeo: il Real Madrid si è così assicurato i suoi servizi battendo la concorrenza di mezza Europa. 

Qualcosa però a Madrid non ha funzionato: il Real non è una piazza facile che può permettersi di aspettare l’ambientamento di un ragazzo, seppur talentuoso, a discapito dei risultati della squadra. Al termine di una stagione tribolata, Jovic ha deciso di ritornare nella squadra che lo aveva lanciato, seppur tornando in prestito. Anche però al Eintracht non era più il giocatore di due anni prima, soli 4 gol in 17 presenze.

Ora il serbo, a soli 23 anni, cerca il rilancio e in Italia c’è più di qualche ammiratore pronto a scommettere su di lui: Genoa e Samp sembrano avere dato vita ad un derby di mercato per assicurarsi le sue prestazioni. Ovviamente l’ingaggio da giocatore del Real Madrid è inarrivabile per due realtà come quelle genovesi, ma il Real Madrid potrebbe contribuire alla spesa, sei milioni di euro l’anno, pur di recuperare il talento di Jovic.

Il ragazzo sarebbe ben felice di misurarsi nel nostro campionato: oltre a Genoa e Samp, anche la Roma era stata accostata al serbo e tuttora potrebbe entrare in gioco sparigliando le carte. I giallorossi hanno una potenza di fuoco rispetto alle genovesi ben differente, potrebbero accollarsi gran parte dello stipendio, e soprattutto cercare una soluzione definitiva tramite un prestito con obbligo di riscatto. 

La sensazione è che alla fine Luca Jovic possa sbarcare in Italia soltanto se il Real Madrid contribuirà all’ingaggio scommettendo sul recupero del talento del serbo, erede designato di Benzema che ha, per il momento, tradito le attese.