Persi Calhanoglu e Donnarumma, il Milan ha raggiunto l’accordo con il Real Madrid per il ritorno di Brahim Diaz e quello con il Chelsea per l’arrivo di Olivier Giroud. Il portiere italiano è stato sostituito da Maignan mentre lo spagnolo non è il sostituto del turco. I due hanno figurato entrambi in rosa nell’ultima stagione.

Adesso serve provvedere complementare vari ruoli. Franck Kessié è intenzionato a rinnovare. Il centrocampista ivoriano dovrà andare in Coppa d’Africa a gennaio, come il compagno di reparto Ismail Bennacer. Sandro Tonali è stato riscattato ma serve un altro centrocampista.

Il Milan sta chiudendo per i vice di Calabria e Theo Hernandez. Nonostante le lusinghe del PSG, la società vuole trattenere il francese. Per motivi di bilancio servirà una cessione. Alessio Romagnoli, oramai ex capitano, o rinnoverà o andrà via. Un suo addio non è affatto un’ipotesi peregrina.

Si sta cercando di stringere per Kaio Jorge. D’altronde Giroud e Ibra non sono più di primo pelo e serve una punta giovane. Obiettivo trequartista. Luis Alberto costa tantissimo mentre il sogno è Isco. Lo spagnolo è fuori dai piani del Real Madrid e al Milan troverebbe la giusta opportunità per rilanciarsi.

Definite altre cessioni, l’ultimo ritocco dovrebbe essere quello dell’esterno offensivo. Jorge Mendes, naturalmente con una lauta commissione, è pronto a venire in soccorso. Poi c’è Vlasic, fratello della saltatrice Blanka, che è un obiettivo serio per le fasce offensive.