Paul Pogba è l’ultimo campione della campagna acquisti faraonica che vuole portare avanti il PSG. Il club parigino si è assicurato già gli acquisti di Wijnaldum (ufficiale), Hakimi, Sergio Ramos e Donnarumma.

Utopistico pensare a un Pogback alla Juve. Il centrocampista originario della Guinea medita da tempo l’addio al Manchester United. I Red Devils lo hanno trattenuto in tutti questi anni. Eppure il contratto del francese scade a giugno 2022, pertanto tra un anno.

Lo sceicco Al-Khelaifi ha già iniziato i negoziati con Mino Raiola. Il procuratore italo-olandese è entusiasta del trasferimento. Il suo ruolo sarà quello di mediare tra i due club, con l’obiettivo di ottenere una lauta commissione.

Paul Pogba ha 28 anni ed è a un anno dalla scadenza. Si parla di 60 milioni per quanto riguarda il costo del cartellino. Secondo L’Equipe, qualora il sodalizio parigini dovesse acquistare l’ex Juve o Eduardo Camavinga (che ha un valore di mercato simile), dovrebbe fare plusvalenze per 180 milioni di euro.

A riguardo Kylian Mbappé ha manifestato la sua intenzione di andare via. Eppure, con Pogba e gli altri acquisti potrebbe essere attratto dall’idea di rimanere. Tante ipotesi e condizionali al vaglio, ma i tasselli vanno via via componendosi. In caso di cessione, la pista più verosimile per Mbappé è quella che porta al Manchester City. Il Real Madrid, che naviga in cattive acque dal punto di vista finanziario, dovrebbe liberarsi di cartellini e ingaggi pesanti.

Fatto sta che il PSG sta facendo all-in per Paul Pogba e c’è la volontà totale di calciatore e agente. L’ostacolo resta, naturalmente, il Manchester United. Il contratto del nazionale francese scade tuttavia tra un anno. Quindi ad avere il coltello dalla parte del manico non è il club mancuniano.