• Tempo di lettura:3Minuti

Il contratto di Leo Messi con il Barcellona è scaduto ieri 30 giugno 2021. Lo scorso anno in troppi davano per certo l’addio al Barcellona. Qualcuno ha preso in giro i tifosi dell’Inter, millantando un accordo tra la Pulga e il sodalizio nerazzurro. In realtà gli unici veri negoziati sono stati con il Manchester City di Pep Guardiola.

Non essendo stato stipulato il rinnovo prima della scadenza del contratto, il Barcellona dovrà “riacquistarlo”. Pertanto non si potrà tecnicamente parlare di rinnovo. Eppure c’è una grossa differenza rispetto allo scorso anno. Dato il pessimo rapporto con il presidente Josep Maria Bartomeu, Messi inviò un burofax alla società, chiedendo di svincolarsi.

«Per mezzo di questo documento io, Lionel Andrés Messi Cuccittini, sollecito che si proceda alla risoluzione del contratto della prestazione lavorativa che svolgo attualmente nel suo distinto club». Strappo poi ricucito nelle settimane successive. Non c’è stata cessione. Non c’è stato rinnovo.

Ricordiamo che un burofax è una tipologia di strumento molto comune in Spagna, utilizzato per comunicazioni urgenti. Può essere considerato alla stregua di una specie di fax certificato.

I tifosi del Barcellona sono con il fiato sospeso. Eppure il club culé si dice tranquillo ed è convinto che l’asso argentino rinnoverà fino al 2023. La firma del “gemello” di nazionale Sergio Aguero lascia presagire che il nuovo matrimonio si farà. I dettagli da limare sono di natura prettamente economica. I Blaugrana navigano in cattive acque e devono contenere i costi.

Il presidente Joan Laporta, in un’intervista a El Transistor, ha dichiarato che Messi vuole restare al Barcellona. Il dirigente catalano ha tuttavia dichiarato che non c’è ancora l’accordo e che non può sostenere al 100% che la Pulga rimarrà in Blaugrana.

Tra i club che hanno avvicinato l’argentino figurano City e PSG. Pep Guardiola vorrebbe ricongiungersi con lui. Ipotesi possibile solo in caso di clamoroso fallimento delle trattative con il Barcellona.

Il Newell’s Old Boys sogna il ritorno di Leo Messi. Il club di Rosario lo ha avuto tra le proprie file dal 1995 al 2000. Con un tweet il club argentino ha chiamato il numero 10 non appena è scaduto ufficialmente il suo contratto.

Classe ’87, Messi non ha mai scartato l’ipotesi di chiudere la carriera nel club in cui ha militato prima di approdare in Europa. Si parla tuttavia, giustappunto, di “chiudere la carriera”. Con 38 gol in 47 partite nell’ultima stagione con la maglia del Barcellona, il fenomeno argentino è convinto di avere ancora tantissimo da dare al calcio. Poi tra un paio di anni la situazione potrebbe cambiare e il sogno del club di Rosario potrebbe avverarsi.