Il Torino di Urbano Cairo è chiamato a riscattare la brutta stagione conclusa qualche settimana fa. Sembrano essere rientrare le frizioni con il tecnico Ivan Juric. Grande protagonista alla guida del Verona, l’allenatore croato è stato scelto per riportare il Toro nelle posizioni che merita.

Christian Ansaldi ha trovato l’accordo per il rinnovo fino al 2022. Nonostante non sia più di primo pelo, l’argentino possiede le qualità atletiche per essere un punto cardine. Tra i pali arriva Etrit Berisha. Oltre a Nkoulou e Bonazzoli, termina anche l’accordo per Ujkani. Salvatore Sirigu va verso l’addio. Si guarda all’Atalanta, tra Sportiello e Gollini. Il secondo decisamente più difficile.

L’interesse verso il mercato turco può portare solo all’acquisto di Fabio Borini dal Fatih Karagümrük. Impensabile il ritorno di Adem Ljajic, visto l’ingaggio. Alemdar, talentino del Kayserispor, è invece in procinto di firmare per il Lione.

Altri giocatori seguiti sono Hauge del Milan e Chiquinho del Benfica. Per le due sottopunte però servono soldi veri. Sotto i 10 milioni di euro i rispettivi club non li lasceranno partire. Seguito invece Martin Caceres per la difesa.

Difficile una permanenza del Gallo Belotti, vista la scadenza del contratto nel 2022. Sanabria potrebbe essere l’attaccante titolare, ma arriverebbe naturalmente un’altra punta. Juric ha chiesto Faraoni e Dimarco. Più facile portare a casa l’esterno sinistro, ma la trattativa deve ancora entrare nel vivo.