Michael Owen sembrava dovesse diventare uno dei migliori calciatori della storia del calcio inglese. Esattamente 23 anni fa, il 30 giugno 1998, si rese protagonista di una rete leggendaria contro l’Argentina.

I momenti migliori del calciatore inglese sono arrivati forse troppo presto. I successi a soli 21 anni sembravano aprirgli le porte dell’Olimpo del calcio. Invece a causa degli infortuni è stato vittima di una perdita di brillantezza che ne ha condizionato la velocità. Questo calo atletico inizia per tanti calciatori dopo i 30 anni ed è graduale. Per Owen è stato invece troppo rapido. Il declino è stato lungo perché ogni volta che ha provato a rialzarsi il fisico non ha risposto.

Quel gol che è entrato nella storia dei mondiali, segnato contro l’Argentina a Francia ’98, aveva almeno in piccola parte vendicato il match di 12 anni prima in Messico. L’Inghilterra calcistica era convinta di aver trovato una stella che avrebbe brillato per tre lustri. Se Owen non è legato indissolubilmente a quel singolo momento, poco ci manca.

Era un periodo molto successivo alle rivalità per la guerra delle Malvinas/Falklands. Il clima tra le due nazionali non era esattamente disteso, ma quella a cui assistemmo in quel mese di giugno ’98 somigliava più a una partita di calcio. E il Golden Boy inglese accese quel Mondiale con una delle perle più fulgide della storia della competizione. La giocata incredibile è quella con il tacco con il quale supera Chamot. Da notare la posizione di Ayala, lontanissimo dagli altri difensori, che non sale né aggredisce, facendosi superare facilmente sullo slancio dall’attaccante inglese.

Eppure Owen non è stato un “one-game wonder”. L’attaccante nativo di Chester era dotato di una tecnica sopraffina, sapeva dettare il passaggio, lottare, correre in maniera disciplinata, aggredire lo spazio e aveva un buon istinto rapace. Ha raggiunto l’apogeo nel 2001, tre anni dopo essersi annunciato al mondo calcistico. Senza quei gravissimi infortuni il suo nome sarebbe entrato di diritto nella top 5 dei fuoriclasse del calcio inglese.