L’Italia, dopo la vittoria di ieri sera contro l’Austria, attende il big match di stasera tra Belgio e Portogallo per conoscere la sua avversaria ai quarti di finale di venerdì 2 luglio all’Allianz Arena di Monaco. 

Una sfida che dalle ore 21 allo Stadio Olimpico di Cartuja, Siviglia, vedrà in scena due dei grandi protagonisti anche del nostro campionato: Lukaku e Ronaldo.  Lo juventino è già capocannoniere del torneo con 5 reti, l’interista insegue a 3.

Una sfida inedita che è stata così definita dal ct portoghese Fernando Santo, “è la prima finale del torneo: non è da giocare è da vincere”. 

La dirigenza arbitrale è affidata al tedesco Felix Brych.

IL BELGIO

I diavoli rossi allenati da Roberto Martinez sono una tra le nazionali più temibili di questo Europeo e non solo.

Arrivano agli ottavi dopo un percorso netto nel girone B vinto a punteggio pieno. 

La rosa del Belgio è fra quelle con il più alto valore di mercato ma per vincere la competizione questo sappiamo contare fino a un certo punto.

Ogni reparto, in particolare centrocampo e attacco, porta il nome di almeno un grande campione. 

Sono moltissimi i calciatori dotati di talento e di grande forza fisica. Sicuramente spiccano i nomi di Lukaku e Mertens così come quelli di Hazard e De Bruyne. 

Martinez schiera spesso il 3-4-3. Per stasera la formazione prescelta potrebbe essere la seguente: 

Courtois; Alderweireld, Boyata, Vertonghen; Meunier, Witsel, De Bruyne, T. Hazard; Mertens, Lukaku, E. Hazard.

IL PORTOGALLO

I campioni uscenti allenati da Santos si presentano al big match dopo un 3º posto nel temibile girone F, chiuso con 4 punti, alle spalle di Francia e Germania. 

La stella assoluta è Cristiano Ronaldo che punta al suo ennesimo record personale. Con un’altra rete arriverebbe a quota 110 gol con il Portogallo diventando il giocatore più prolifico di una nazionale.

Ci sono anche tanti altri giocatori di grande qualità. Impossibile non citare il veterano Pepe e Bruno Fernandes. Quest’ultimo con il Manchester United ha collezionato in stagione 27 gol e 17 assist. 

La porta è ben difesa da Rui Patricio, resosi protagonista nell’ultima sfida contro la Francia, che sta facendo innamorare i tifosi della Roma che inseguono voci di un suo possibile arrivo nel club della capitale. 

Il modulo scelto da Santos è il 4-3-3. Stasera la squadra potrebbe cosí scendere in campo: 

Rui Patricio; Semedo, Pepe, Ruben Dias, Guerreiro; Pereira, Sanches, Bruno Fernandes; Bernardo Silva, Ronaldo, Jota.

La sfida di stasera si presenta come un inedito tra le due nazionali. Non esistono infatti precedenti nè ai Mondiali nè agli Europei. 

Gli unici incontri sono stati in gare di qualificazioni o in amichevoli. I precedenti sorridono alla nazionale lusitana con 13 risultati utili e solo 5 sconfitte. 

Dalla partita di stasera che regalerà sicuramente spettacolo uscirà, comunque vada, un avversario tosto e rognoso per la nazionale italiana.