Ieri sera intorno alle 19.30 si é concluso il primo incontro tra il Sassuolo e la Juventus proprio nel centro sportivo del club emiliano. 

Secondo diverse indiscrezioni, il summit tra Cherubini e Carnevali è stato molto positivo. 

Sul piatto ovviamente il passaggio in bianconero di Manuel Locatelli, ma non solo. Il Sassuolo ha discusso anche di altri giovani come Fagioli, altro giocatore che piace ai neroverdi, Frabotta e Traore, acquistato due anni fa per 16 mln dall’Empoli con l’aiuto della Juve che ora potrebbe prenderlo a 18mln.

Per quanto riguarda il centrocampista della nazionale invece la strada della trattativa è stata finalmente tracciata. 

Il Sassuolo, che parte da una valutazione ricordiamo di 40 milioni di euro, avrebbe accettato la proposta della Juventus: 30 milioni di euro più il cartellino di Radu Dragusin. 

Scelta comprensibile dato che i neroverdi hanno bisogno di difensori dopo il passaggio di Marlon allo Shakhtar Donetsk.

In ogni caso i bianconeri cercano una formula che non vada ad incidere troppo sul bilancio, per esempio quella di un prestito biennale con obbligo di riscatto (la stessa soluzione utilizzata per Chiesa). 

La Juventus e Allegri vogliono Locatelli, Locatelli vuole la Juventus ma la trattativa, ovviamente, non si sarebbe di certo chiusa ieri. 

Il giocatore si trova alla vigilia della gara importantissima contro l’Austria che vale l’accesso ai quarti di finale di Euro20. 

Dall’estero ci sono le due offerte ufficiali di Arsenal e Borussia Dortmund ma sembrano passare in secondo piano di fronte alla Juventus, con cui il Sassuolo ha da sempre ottimi rapporti di mercato.

Nella prima metà della prossima settimana è atteso un altro summit tra i due club, forse quello decisivo.

Staremo a vedere ma il futuro di Manuel Locatelli è sempre più bianconero. Per gioia sua e del fratello Mattia, tifoso sfegatato della Juve.