• Tempo di lettura:2Minuti

Continua il pressing dell’Atalanta per Takehiro Tomiyasu, difensore centrale del Bologna di 22 anni, considerato come il rinforzo ideale per il pacchetto arretrato della Dea.

Dopo una prima offerta di 15 mln più 3 di bonus rifiutata dal Bologna, l’Atalanta è pronta a spingersi fino a 20 mln, bonus compresi, una cifra che dovrebbe soddisfare le richieste del Bologna. Ma andiamo adesso ad analizzare le sue caratteristiche tecniche e l’eventuale compatibilità coi delicati meccanismi del calcio di Gasperini.

Tomiyasu viene portato in Italia da Sabatini, nell’estate del 2019, intravedendone il talento, lo paga ben 7 mln di euro dai belgi del Saint Truiden, una cifra davvero elevata per un giocatore sì di talento ma che sa ancora di scommessa. Inizialmente Mihajlovic lo schiera terzino destro ma ben presto si rende conto che il meglio lo fornisce da centrale a fianco di Danilo ed in un crescendo rossiniano fioccano le grandi prestazioni.

Tomiyasu è alto 188 cm ma è leggiadro come una farfalla: è rapido, dinamico, abile di testa, bravissimo nell’anticipo. Bastano queste caratteristiche per renderlo compatibile nel calcio del Gasp ma la caratteristica più importante è la capacità in fase di impostazione, coi suoi piedi da regista, caratteristica che potrebbe consentire alla Dea di giocare ancora più alta.

Il suo probabile acquisto andrebbe ad accrescere nettamente il livello del pacchetto difensivo orobico, fornendo più soluzioni a Gasperini.